#moltomeglio

Una campagna sociale finita “in caciara”: #moltomeglio di @ACTRoma

19 dicembre 2013 | di
in failadv, Focus, sociale ed etico | 1 Commento

 

Fare una campagna per il sociale non è mai facile. Si vanno a toccare temi sensibili, e spesso ottenere l’effetto contrario a quello sperato (semsibilizzazione, ecc.) è veramente facile.

Ultimo caso è quello dalla campagna dell’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, composta da una serie di affissioni in giro per Roma.
A me è arrivata la segnalazione attraverso un amico, rimasto senza parole da un thread di Selvaggia Lucarelli su Facebook.

 

Inizialmente pensavo a un fake, a una presa in giro in stile natalizio, dato che sul sito ufficiale www.actroma.it non vi è traccia della campagna. Ma su Twitter, soprattutto sull’account di @ACTRoma, oltre alla risposta garbatamente ironica alla Lucarelli, si scopre un’attiva e accesa discussione in merito, composta di pro, di contro e delle prime prese in giro.
 

 

Sono sincera, non so cosa dire in merito.
Da un lato i fautori della bontà della campagna ne enfatizzano il lato leggero e ironico. Sul controaltare sono proprio queste le qualità che vengono contestate: una persona soggetta a tossicodipendenza che cosa può pensare della proposta di sostituire la cocaina con dello zucchero a velo? Che sia una presa in giro, no?
E poi, siate sinceri, a chi non è tornato in mente il tormentone della sigla di Pollon, il cartoon giapponese dei primi anni 80?

Poi personalmente non amo l’uso delle inflessioni dialettali in comunicazione: ok che la campagna è mirata al territorio del Comune di Roma, ma usare “ma de che” la rende ancora più semplicistica e di basso livello… poi non lamentatevi se a Roma finisce “in caciara”

Anche l’hashtag scelto #moltomeglio (ormai sostituto del payoff) ha suscitato perplessità, ma ciò non toglie il fatto che stia diventando virale in pochissimo tempo.

Nel bene e nel male purché se ne parli.

 

Mi farebbe piacere sapere, come sempre, qual è l’agenzia dietro a questa comunicazione (sempre se sia stata chiamata un’agenzia e non sia il parto di qualche “creativo interno”), qual è stato il brief, qual è il target, ecc.
Giusto per farsi un’idea del perché… appunto: perché!

 

#moltomeglio

Pin It

Related Posts

« »

Partner

Secondo Contest artistico TEN Collection di Fotolia: una vetrina internazionale per creativi di tutto il mondo

Mediapartnership

La seconda edizione di Kerning, la conferenza italiana sulla tipografia
#FOI13 - Registration
14.05.2013 @ 09:30 | Porta Futuro - Via Galvani 108, Roma  Il futuro della comunicazione pubblicitaria nell’era digitale e della crisi

In evidenza

Fermiamo la pubblicità sessista in Italia, una petizione lanciata dall’ADCI
WebReevolution – Il Festival del Web Marketing

Prossimi eventi

La mia scrivania è verde - Tiendeo - Offerte cataloghi e volantini - risparmiamo carta!

Cerca un graffio

Ora d'aria

Infografica del giorno

Libro della settimana

Focus

Scroll to top