Stannah e Fondazione Umberto Veronesi celebrano la festa dei nonni con un concorso fotografico su instagram #100diquestinonni 

by • 2 Ottobre 2018 • Social e dintorniComments (0)163

In occasione della “festa dei Nonni”, Stannah e Fondazione Umberto Veronesi hanno pensato a un concorso fotografico su Instagram che si chiamerà #100diquestinonni. Tutti saranno invitati a postare sul social più giovane per eccellenza un’immagine “di un nonno o una nonna rock” come ancora non ne abbiamo viste. Inoltre ogni cinque foto pubblicate Stannah donerà un euro al programma Longevity di Fondazione Umberto Veronesi, che mette al centro la salute e il benessere anche dopo i 65 anni. A Natale, quando terminerà il concorso, le 10 foto più belle saranno pubblicate sul portale di Stannah e di Fondazione Veronesi.
Dal primo settembre del 2018 Stannah, infatti, sostiene Longevity, il nuovo progetto di Fondazione Umberto Veronesi dedicato al finanziamento della ricerca scientifica d’eccellenza sulla longevità per trovare soluzioni di cura per le malattie legate all’invecchiamento, come i tumori, le malattie cardiovascolari e neurodegenerative.
Stannah Montascale, realtà italiana di una multinazionale inglese con 150 di storia nel settore dei montascale, dei servoscale e dei miniascensori domestici, è la prima realtà in Italia che ha deciso di affiancare la Fondazione per sostenere la ricerca scientifica mirata al benessere e al miglioramento della qualità della vita degli over 60, con l’obiettivo di posticipare gli effetti invalidanti dell’invecchiamento attraverso lo studio dei suoi meccanismi biologici.
Come diceva il Professor Umberto Veronesi, “La cosa importante non è tanto quanto a lungo vivremo, ma in che modo”. Considerando che in Italia la prospettiva di vita si è allungata in pochi decenni dai 69 agli 82,3 anni (dati ISTAT), certamente vivere bene è meglio che vivere semplicemente a lungo. Stannah, con il suo lavoro quotidiano a contatto con le famiglie sul territorio italiano, e Fondazione Umberto Veronesi, con la sua esperienza e curiosità scientifica ereditata dal suo fondatore, da sempre sostengono e incentivano un’immagine di terza età attiva, intraprendente e soprattutto in salute.
Stannah Montascale, grazie all’intenso dialogo con gli over 65, in più di 20 anni di lavoro sul territorio italiano, è consapevole di quanto il bisogno di una vita attiva e socialmente utile, a contatto con gli altri e con il mondo, sia indipendente dall’età anagrafica. Si è resa conto di come le persone che hanno molti anni alle spalle vogliono e possono continuare a essere attivi e svolgere un ruolo importante in famiglia e nella società. Per questo, così come cerca di rispondere a questo bisogno con i suoi prodotti, si sente vicina a chi come Fondazione Umberto Veronesi promuove ricerche scientifiche di altissimo profilo che favoriscono il benessere fisico e psicologico di queste persone.
 
I settantenni di oggi, del resto, non sono quelli che hanno fatto la guerra e vivono dei ricordi bellici o conducono una vita sedentaria e semplice tra le mura di casa. Sono quelli che ascoltavano i Rolling Stones e Bob Dylan e ballavano sulle melodie dei Beatles o dei Beach Boys negli anni Sessanta. Sono gli stessi che hanno partecipato – da una parte o dall’altra della barricata – alle contestazioni, sono i primi che sono venuti a contatto con il mondo degli eccessi e della trasgressione. E anche oggi amano divertirsi, ballare e viaggiare in tutto il mondo, frequentano corsi di ogni genere, hanno una vita amorosa e sessuale attiva e compiono imprese straordinarie. Ecco perché Stannah e Fondazione hanno deciso di inaugurare questa collaborazione  utilizzando Instagram e lanciando il contest con l’hashtag #100diquestinonni. Si partirà in concomitanza con la Festa dei nonni, che si celebra tutti gli anni il 2 ottobre, e tutti saranno invitati a postare sul social più giovane per eccellenza un’immagine “di un nonno o una nonna rock” come ancora non ne abbiamo viste.
Basterà ispirarsi a personaggi famosi come il noto designer italiano Giorgetto Giugiaro, 79 anni, il cui hobby principale è attraversare in solitaria Marocco e Libia in sella alle sue moto trial, o alla regista Lina Wertmuller, 89 anni, che svetta in arguzia e simpatia. O ancora alle imprese di Iris Apfel, trend setter e designer, che conta niente meno che 96 anni ma una vitalità da adolescente, oppure a quelle di Mick Jagger, che di anni ne ha 74 ma da poco è diventato papà.
“Siamo molto orgogliosi di essere stati scelti per primi in Italia per sostenere e promuovere il progetto Longevity di Fondazione Umberto Veronesi” ha commentato Giovanni Messina, Amministratore Delegato di Stannah Italia. “Per ogni vendita di montascale, piattaforme o miniascensori, devolveremo una quota del fatturato, che andrà a sostenere il lavoro di un ricercatore del progetto. Saremo al fianco di Fondazione anche nella campagna per il 5 per mille perché crediamo che la diffusione della cultura scientifica e di uno stile di vita sano sia il sistema migliore per condurre una vecchiaia felice”.
“Fondazione Umberto Veronesi ha deciso di rafforzare il suo impegno nei confronti della ricerca scientifica con il progetto Longevity, che grazie ad aziende illuminate come Stannah permetterà di indagare i meccanismi dell’invecchiamento e trovare nuove cure per le patologie caratteristiche degli over 60, quali i tumori, le malattie cardiovascolari, neurodegenerative e metaboliche” ha affermatoMonica Ramaioli, Direttore Generale di Fondazione Umberto Veronesi.
Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *