Figure professionali su cui investire nel 2018: il Manager di eventi Culturali

by • 13 aprile 2018 • Lavoro, MarketingComments (0)25

Articolo a cura di Guido Giraudo, Coordinatore del Corso di Specializzazione in Management degli Eventi Culturali, Giornalista professionista, Consulente Strategico di comunicazione e organizzazione di eventi per importanti agenzie internazionali. Da sempre impegnato in diverse attività di promozione culturale come fondatore, presidente o socio onorario di varie Fondazioni, associazioni e Onlus.

Il mondo della Cultura in Italia muove un giro di interessi, di affari e di opportunità straordinario, non tanto perché l’Italia detiene il più alto numero di siti Unesco al mondo, quanto perché il nostro Paese può vantare un mix unico di bellezze paesaggistiche unite a siti storici, archeologici o museali; così come di grandi tradizioni folkloriche o eno-gastronomiche che convivono con monumenti e opere d’arte straordinarie.

Tutto questo immenso patrimonio non sarebbe fruibile se non ci fossero le decine di migliaia di feste, sagre, mostre, convegni, happening, esposizioni, spettacoli, rappresentazioni, concerti, balletti… in due parole di “eventi culturali” che quotidianamente animano la programmazione di ogni città e paese d’Italia, producendo un volume di affari che sfiora i 4 miliardi di euro l’anno (dati SIAE 2016).

Qualsiasi di questi eventi culturali, dalla più piccola performance locale alla più impegnativa manifestazione internazionale, richiede di essere organizzato con taglio manageriale, conoscendo le procedure operative, gli strumenti tecnici, legali e finanziari, i metodi produttivi, gli approcci comunicativi.

Un “Event Manager” di questo settore è, quindi, un professionista in grado di affrontare tutte le fasi di: ideazione, progettazione, pianificazione, produzione e gestione di un evento culturale seguendo un approccio metodologico e operativo codificato dall’esperienza.

La sua operatività inizia con l’analisi degli obiettivi strategici per passare alla fase di ideazione del tema e alla progettazione dettagliata affrontando, quindi, tutte le problematiche tecniche e amministrative per arrivare, infine, a definire i mille dettagli pratici della produzione esecutiva. Tutto questo senza dimenticare temi importanti come la ricerca di sponsor, la partecipazione a bandi di gara pubblici, la comunicazione e gli obblighi legali, in particolare per ciò che attiene alle problematiche della sicurezza.

In definitiva, il Manager di Eventi Culturali deve essere prima di tutto un appassionato che desidera coltivare un sogno trasformandolo in lavoro con la consapevolezza che non si possono ottenere risultati soddisfacenti se non si acquisiscono le fondamentali competenze professionali, gli schemi operativi e anche le adeguate nozioni pratiche, tecniche, legali e amministrative.

[ via ]
Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *