La chimica non è né buona né cattiva. È utile

by • 23 giugno 2017 • AdvertisingComments (0)536

Dal 21 giugno all’11 luglio sarà on air su tutti i canali RAI il primo flight della campagna di comunicazione e sensibilizzazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare dedicata alla prossima scadenza (31 maggio 2018) delle procedure per la registrazione, la valutazione e l’autorizzazione delle sostanze chimiche inserite nel regolamento REACH (acronimo di Registration, Evaluation, Authorisation and restriction of Chemicals) che impegna a livello europeo tutte le imprese che a vario titolo utilizzano sostanze chimiche. Il regolamento REACH, infatti, prescrive la registrazione di tutte le sostanze prodotte o importate nell’UE con l’obiettivo di migliorare la conoscenza dei pericoli e dei rischi derivanti dall’utilizzo di prodotti chimici al fine di assicurare un elevato livello di protezione della salute umana e dell’ambiente. In difetto di registrazione, le aziende interessate non potranno più esercitare alcuna attività all’interno dei paesi UE. Naturalmente, oltre a una comunicazione mirata ai soggetti direttamente coinvolti dalla normativa, l’obiettivo è anche quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui livelli di attenzione e controllo che la Comunità Europea riserva a temi così importanti per la salute pubblica e l’ambiente.

La campagna, realizzata da Gruppo Moccia con la coordinazione dell’AD Alfonso Maffeo e sotto la direzione creativa di Marco Valente, si sviluppa in un progetto articolato sia su canali di advertising classico (TV e radio) che su canali web, social e direct marketing, ambiti nei quali l’aspetto emozionale, il tono assertivo, la logica istituzionale e la dinamica dialogica vengono attentamente dosati. Nel film, in particolare, l’idea centrale intorno alla quale si è lavorato è stata l’equivalenza di “natura” e “chimica”, perché la chimica, e dunque le sostanze chimiche, sono ovunque e fanno parte della vita.

Il film racconta allora una storia dove la chimica, il mondo invisibile degli atomi, entra in relazione in modo del tutto naturale col mondo macroscopico degli esseri umani e sottolinea che è grazie alle sue leggi ordinate se quello che ci circonda non è governato dal caos. Ci ricorda anche che la carta costituzionale che regola i rapporti tra i cittadini di questo mondo è la Tavola Periodica di Mendeleev, dove ogni elemento è al suo posto e ognuno interagisce con un altro sulla scorta di ineludibili leggi matematiche e questo perché sia noi che loro condividiamo una medesima madre: la Natura. E nel film la nostra Madre Natura è una ragazza allo sbocciare della vita che gioca saltando da un elemento all’altro come su una grande campana perché, come recita il claim, “La chimica non è né buona né cattiva. È utile” e devono essere gli uomini e le loro istituzioni a garantirne il corretto utilizzo.

 

 

 

Il film è stato girato in Sicilia da Acaluma Films su script di Marco Valente, regia di Massimo Amici e fotografia di Vladan Radovic.
Art Director Massimiliano Assi e Valentina Cinelli, che ha anche realizzato le foto di scena.
Il sound design è stato curato da Salvatore Arangio, il montaggio da Emanuele Lucci.
La voice over è di Christian Iansante.

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *