Se dici di non saper disegnare, ti ci vuole un corso di Disegno Brutto!

by • 17 marzo 2017 • Formazione, SegnalazioniComments (0)355

Tutti (o quasi) pensiamo di NON saper disegnare.
Verso gli 8 anni iniziamo a capire che non saremo grandi artisti e qualche anno dopo ci accorgiamo che non riusciamo a disegnare fedelmente ciò che vediamo.
Così abbandoniamo. Smettiamo per sempre.

E ci togliamo la gioia di disegnare MALE: cioè di disegnare solo per il piacere di farlo, di muovere la mano, di far fluire i pensieri, di “perdere” tempo.

Il disegno è diventato così espressione di talento, ginnastica di bravura, piacere estetico e ha perso tutti i significati ancestrali che il tracciare segni ha sempre avuto nella storia dell’umanità.

Disegnare è infatti lasciare una traccia e ha a che fare con il nostro desiderio innato di non essere dimenticati, di essere imperituri.

 

 

Ogni giorno leggiamo il mondo attraverso i simboli, stilizziamo concetti ed emozioni, dobbiamo memorizzare, immaginare, visualizzare, progettare e tutto questo diventa frustrante quando ci si nega lo strumento per farlo ovvero il disegno.

Purtroppo ci hanno insegnato sin dalle scuole elementari che da grandi disegna solo chi è bravo, chi fa cose che siano esponibili (la museabilità dei disegni per bambini è un grande problema), chi fa cose che facciano esclamare “wow”, in poche parole chi disegna bene cose belle.

Eppure il disegno, come il canto, la musica, la scrittura, è un elemento indispensabile per l’espressione della nostra natura, dei nostri pensieri e delle nostre emozioni.

Si può affermare che il disegno sia un vero e proprio strumento di pensiero.
 


 
Per questi motivi,  ho pensato di creare un corso aperto a tutti che NON fosse un corso di disegno, ma un percorso pratico per imparare a utilizzare il disegno come strumento quotidiano di creatività per prendere appunti, visualizzare idee ed emozioni, sviluppare progetti o solo per stare meglio.

Perdere la capacità di disegnare è una delle esperienze (per alcuni traumatica) che più ci allontana dall’infanzia, ma ci allontana anche da un modo di pensare per immagini che potrebbe servirci da adulti nel lavoro e nella vita.

Così, a Ravenna mi sono messo ad organizzare il “primo corso al mondo” di DISEGNO BRUTTO (dove brutto sta semplicemente per “non bello”). Ho scarabocchiato una locandina, messo un post su Facebook e creato un percorso da compiere. E tutto il resto, in barba ad una certa idea di marketing, è venuto da sé.

Ho pensato che nei corsi di Disegno Brutto tutto debba fluire: non si corregge, non si ripensa, non si diventa BRAVI perché non c’è giudizio per ciò che si fa. L’importante è FARE.
Il corso procede in 4 fasi e ogni fase è composta da una breve parte teorica e da molti esercizi, nei quali è fondamentale il processo creativo e la parte esperienziale.  Non esiste giudizio, né errore: tutto va come deve andare.

La scuola prima, il lavoro poi, ci costringono a misurare le nostre capacità e a farci valutare dagli altri, spesso in modo impietoso. In questo modo tendiamo a rimuovere ciò che non funziona o che non ci dà subito profitto. Il disegnare diventa un perdere tempo, un paziente far nulla, un riempitivo meno divertente  di un Sudoku o di un cruciverba. Ci vuole un atto di coraggio per tornare a prendere la matita in mano e scarabocchiare, sprecando fogli e tempo, disegnando cose senza senso.

È sorprendente l’interesse che un corso così apparentemente “sgangherato” genera: non fornisce false speranze, non usa la parola successo o alta formazione, non promette nessun arricchimento o “metodo per”, ma solo gioco e liberazione, lasciando intuire che il viaggio nel proprio disegno brutto è un viaggio alla ricerca di noi stessi.

Quindi, pensaci quando affermi di NON saper disegnare: potrebbe non essere vero ed esserci un corso di Disegno Brutto proprio nella tua città!

 


 

Il Corso di Disegno Brutto sarà prossimamente a:
Roma, 8-9 aprile
Venezia, 29-30 aprile
Ravenna, 4 aprile -> 2 maggio
Milano, 20 maggio
Verona, 3-4 giugno
Torino, 2-3 settembre
Rimini, 28-29 ottobre.

In arrivo date a Bologna, Cesena, Schio, Ancona, Napoli.
Il corso è portatile (alcuni lo comprano persino per le loro agenzie e aziende) e adatto anche ad organizzazioni, istituzioni).

www.disegnobrutto.it

 

 

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *