Come risvegliare i vecchi contatti di uno Studio di Architettura

by • 2 Aprile 2016 • Risorse, StrumentiComments (0)1679

Tutti gli studi di architettura hanno nel cassetto un discreto numero di mail e di vecchi contatti raccolti in anni di attività e promozione.
Cosa fare con quel piccolo tesoro?

Molti architetti hanno un file excel o, i più organizzati, un database con nome ed email di persone che in qualche modo sono riusciti a contattare, se non hai un elenco di contatti provvedi subito perché gli esperti in marketing affermano sempre che: Il denaro è nella lista!
Ma come?

Analizziamo un piccolo caso studio di un architetto di Verona dove sto applicando un Marketing “dinamico” (focalizzato e snello).

L’architetto mi ha dato un elenco di mail provenienti da diverse fonti (alcune non se le ricordava neppure) nell’arco di 3 anni, in totale sono 101 (nome + mail).
La strategia è stata quella di riattivare la loro attenzione con un’informazione in regalo estremamente utile e scritta con un copy persuasivo, il regalo è stato suddiviso in 3 parti inviate a distanza di oltre 7 giorni una dall’altra.

Ecco i tassi di apertura del primo invio.

email-marketing-per-architetti

Il 58% ha aperto e letto la mail, il 22% ha cliccato all’interno della mail per scaricare il regalo.

Questi i dati di apertura dell’Email nel secondo invio
marketing-per-architetti

Poco più della metà delle persone ha letto la mail e il 12% sul totale ha cliccato per scaricare il regalo dell’architetto.

Come puoi notare la metà dei vecchi contatti non ha letto nulla, si sono autoesclusi. Queste persone non sarebbero mai diventate clienti paganti dell’Architetto, ma le altre sono ancora in pista, lo scopo di quest’attività è quello di squalificare tutti i contatti inutili per rimanere alla fine dell’imbuto con dei preziosissimi clienti.

Una caratteristica di questo processo è che la gestione dei contatti e l’invio delle mail non solo è automatico, ma anche dinamico. In questo specifico caso significa che l’invio delle mail non è uguale per tutti, ma varia in base alle azioni del destinatario, provo a spiegarmi meglio con uno schema.

Invio 1 mail

Questo organigramma è puramente indicativo e serve per mostrare che attraverso una corretta struttura è possibile rendere dinamica ed automatica la sequenza dell’invio delle mail, lo scopo di questa operazione è di setacciare i contatti fino a trovare il cliente disposto a pagare il primo incontro con l’Architetto.

Ogni passaggio è misurabile e, di conseguenza, migliorabile!

Se fino ad ora ti sei affidato ad Outlook o Gmail per comunicare ai tuoi contatti devi sapere che hai gettato dei soldi dalla finestra (Ricordi? I soldi sono nella lista), ma torniamo al nostro Architetto veronese, che risultati ha ottenuto?

Ci sono state una decina di risposte da persone non interessate, ma 5 risposte sono state estremamente positive, in particolare una che cito testualmente.

Buon Giorno Architetto

grazie per la sua email e per la guida.
Non abbiamo ancora realizzato la casa ma credo che entro l’anno dovremmo procedere e la contatterò sicuramente.

Cordiali Saluti

È stato un caso? Ovviamente no, ma se anche fosse un caso è stato costruito un processo che ogni nuovo contatto subirà e si auto selezionerà fino a giungere dentro l’ufficio dell’Architetto.

P.S.
Dimenticavo un piccolo dettaglio.
Costo dell’operazione: Zero (o quasi) ;)

Se desideri avere maggiori informazioni su come rendere più efficaci le azioni di marketing per la tua attività di Architetto è sufficiente compilare il modulo qui sotto.

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *