Stefana Broadbent: knowledge commons e sapere collettivo-media-1

Stefana Broadbent: knowledge commons e sapere collettivo #X MtMG

by • 11 marzo 2016 • Appuntamenti, SegnalazioniComments (0)654

MtMG entra nella primavera con slancio parlando di Intelligenza Collettiva. Lo fa con l’antropologa Stefana Broadbent, Head of Collective Intelligence al Nesta, principale innovation charity del Regno Unito. L’appuntamento è per mercoledì 23 marzo alle 19.30 a Palazzo Giureconsulti (via Mercanti 2 – Milano). Le iscrizioni sono aperte.

Con Broadbent si parlerà di come i digital media abbiano attivato un processo di disseminazione orizzontale di contenuti impensabile dieci anni fa. Oggi, attraverso la rete, migliaia di persone diffondono idee e mettono – gratuitamente – a disposizione il proprio know-how per analizzare e risolvere problemi sociali. I “fenomeni” Intelligenza collettiva e Knowledge Commons sono definitivamente entrati nell’agenda di governi e imprese come una modalità percorribile e economica e per risolvere problemi complessi e aumentare la partecipazione dei cittadini.

collective-intelligence


Grazie a decine di case histories, Broadbent ci aiuterà a capire in che condizioni “il sapere collettivo” emerge e dà i suoi frutti. Esplorando le nuove forme di problem solving, infatti, l’antropologa ha identificato una serie di requisiti imprescindibili in assenza dei quali non può verificarsi.  Serve un mix di tecnologia adeguata, governance inclusiva e comunità coesa.
Quando uno di questi ingredienti manca, l’Intelligenza Collettiva sbiadisce perché perde la caratteristica dell’inclusività e dell’apertura e non sa farsi promotrice di un’autentica collaborazione fra istituzioni, organizzazioni e comunità. 

La lecture di Broadbent presenterà casi internazionali nati e cresciuti in settori diversissimi, spaziando dalla Salute, con la cosiddetta Crowdsourced health che vede medici, ricercatori e pazienti lavorare insieme per identificare percorsi di cura custumizzati, fino all’E-Labor. Il macrotema del lavoro verrà raccontato dando voce all’accelerazione del meccanismo domanda/offerta proprio della rete (dove chi cerca facilmente trova) e, al contempo, focalizzando i crescenti tentativi di normare il lavoro cosiddetto digitale.

L’incontro con Stefana Broadbent del 23 marzo sarà trasmesso anche in streming sul sito di Meet the Media Guru. L’hashtag ufficiale è #meetStefana.

Meet the Media Guru è realizzato in partnership con Fastweb, Artemide, Fondazione Fiera Milano, Camera di Commercio di Milano, Comune di Milano, con il patrocinio di Fondazione Cariplo e la collaborazione di Institute without Boundaries | George Brown College – Toronto.

[ Ph © capacityofmind.com via meetthemediaguru.org ]

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *