Il design di un’app mobile non finisce mai

by • 10 Dicembre 2015 • Design, FocusCommenti disabilitati su Il design di un’app mobile non finisce mai3188

Progettare interfacce per app mobile è un ambito del design relativamente nuovo. Se è vero che “design is one” come diceva Vignelli, è anche vero che ogni ambito ha le sue problematiche e un suo approccio. Questo è il primo di una serie di articoli dedicati proprio alla progettazione di interfacce di app mobile e curati da Frank Rapacciuolo, UX Designer della startup bolognese Musixmatch.

 

La progettazione di un’app mobile non finisce mai. Tra aggiornamenti del sistema operativo, nuove richieste degli stakeholders, analisi dei risultati dei test di usabilità e feedbacks degli utenti, c’è sempre qualcosa da sistemare.

Quando descrivo il mio lavoro ai miei amici oppure ai miei parenti e sentono la parola “iphone” la prima cosa a cui pensano è : “fai le app! ho capito!” . Poi presi dall’entusiasmo, mi chiedono di creare un’app geniale per guadagnare milioni di dollari. Non realizzo materialmente le app, ma le progetto insieme ad altri professionisti tra cui i developers che le “fanno” ovvero le sviluppano.

Molti credono che progettare un’applicazione mobile sia cosa semplice e che una volta realizzata si possa stare tranquillamente comodi sul divano a controllare come vanno le vendite. Mi dispiace infrangere il sogno di molte persone, ma purtroppo non è così.

Il lavoro di progettazione di un’app per dispositivi iOS oppure Android, non finisce mai. C’è sempre qualcosa da sistemare. Ci sono diversi motivi per cui il lavoro di progettazione non ha mai termine.

Quali sono i motivi per cui c’è sempre qualcosa da sistemare nell’app?

  • Aggiornamenti del sistema operativo.
  • Bug fixing. Ad ogni aggiornamento corrispondono nuovi bugs da sistemare.
  • Test di usabilità sulla versione Beta dell’app, prima della messa online sull’App Store.
  • Feedback degli utenti sulla Beta.
  • Richieste degli stakeholders (managers, investitori, developers etc…)
  • Idee per migliorare l’app. Di solito dopo i test di usabilità e i feedbacks degli utenti nascono sempre ottime idee.
  • Test di usabilità sulla versione online dell’app.
  • Feedback degli utenti sulla versione online dell’app.

Ogni passaggio comporta un nuovo design e nuove decisioni da prendere affinché l’app risulti funzionante e l’utente sia soddisfatto.

Ogni giorno la mail di Musixmatch, l’azienda per cui lavoro, si popola di mail di utenti che suggeriscono spunti su come migliorare l’app e quali difficoltà riscontrano. Il designer riesce a prevedere solo una parte dei diversi modi di utilizzo di un’app da parte dell’utente. Lo studio dei dati e i test di usabilità permettono di progettare gli altri modi di utilizzo che non erano stati previsti.

Progettare l’app perfetta non è facile, il percorso non è sempre lineare, ci sono nuove esigenze e nuovi bug da sistemare. In Musixmatch cerchiamo di seguire un flusso di progettazione fondato su Ricerca, Design, Sviluppo e Testing che si ripete costantemente ogni qualvolta si presentano nuove esigenze.

Quali step seguire per progettare un’app mobile?

Ricerca

  • Stakeholders La prima cosa da fare è capire quali sono gli obiettivi di business. Le indicazioni degli stakeholders (managers, investitori, developers, customers) costituiscono l’input iniziale della progettazione di un prodotto.
  • User Research L’utente è al centro del processo di progettazione. In questa fase vengono raccolte quante più informazioni possibili riguardanti gli utenti attraverso interviste, questionari, analisi dati e simulazioni con utenti tipo (“personas”) e possibili scenari. Questo è il punto del processo di progettazione dove si arriva davvero a conoscere gli utenti e capirne le esigenze.

Design

  • Brainstorming e Sketches Il brainstorming rappresenta il momento delle idee a cui partecipa tutto il team. In questa fase si cerca di capire in che direzione procedere e quali soluzioni usare in base ai risultati delle ricerche sugli utenti. Gli schizzi su carta, inoltre, sono uno dei modi più veloci e più semplici per dare una prima forma all’idea e condividerla con gli altri membri del team.
  • Mind map Un diagramma utile per delineare l’architettura delle informazioni, mostrando come le pagine sono collegate tra loro.
  • Wireframe Prima bozza di layout senza dettagli complessi.
  • User flow Effettuato un numero sufficiente di ricerche sull’utente, è possibile capire se gli utenti riescono a compiere un’azione attraverso l’interfaccia (effettuare una prenotazione, acquistare un prodotto, iscriversi a qualcosa). I flussi degli utenti aiutano a migliorare l’efficienza del design.
  • Mockup Con Sketch o Photoshop è possibile creare una versione ben dettagliata dell’interfaccia dell’app.
  • Prototipo Ultimo step della fase di progettazione prima della versione live. I prototipi sono l’ideale per la messa a punto dell’interaction design e delle animazioni. Attualmente ci sono diversi tools per creare prototipi, tra questi ci sono Framer, Principle, Pixate, Invision, Creo e Marvel.
  • User-testing con il prototipo La fase di test deve procedere di pari passo con il design quindi una volta creato il prototipo, va testato per capire se funziona e soddisfa le esigenze dell’utente.

Musixmatch app

Sviluppo

  • Fase di sviluppo Dopo aver stabilito insieme ai developers come procedere con lo sviluppo dell’app, inizia la fase di scrittura del codice. I developers rendono reale e funzionante il prototipo realizzato dal team di Design.

Testing

  • Test di usabilità sulla Beta e A/B Testing In Musixmatch abbiamo circa 15mila email di beta-tester. Questi utenti sono i primi ad usare l’app e ad inviarci feedbacks. In questa fase che dura di solito un mese al massimo, riusciamo a raccogliere un numero sufficiente di suggerimenti e bugs prima dell’App Store. Inoltre con l’A/B test fatto solo su alcuni paesi possiamo testare diverse soluzioni e capire qual è quella che funziona di più.
  • App Store L’app è stata approvata sullo store: è il momento del giudizio, dello “sbarco sulla Luna”, dove ad aspettarci ci sono i fedelissimi pronti a sparare feedbacks e reviews.
  • Test di usabilità sulla versione online dell’app per capire ancora di più se l’utente ha particolari difficoltà di utilizzo.

Alle ultime tre fasi prima dell’App Store potremmo aggiungere un’ultima fase etichettabile con il simbolo “∞” (infinito) perché si ripete all’infinito. Fino a quando non abbiamo una versione che soddisfi le esigenze degli utenti e che sia capace di offrire un’esperienza gratificante c’è sempre qualche correzione da fare.

Qual è il risultato più soddisfacente da raggiungere per decretare un’app stabile o quasi perfetta?

L’app deve:

  • garantire un’esperienza memorabile
  • essere facile da usare
  • essere affidabile e senza bug
  • essere virale: l’utente la condivide perché ne è soddisfatto
  • avere un design che sia accattivante e funzionale

Credo che qualsiasi team che progetta app, punti proprio a quell’istante in cui l’utente si sente soddisfatto e quindi la condivide. Per raggiungere questi livelli c’è una lunga strada da percorrere, fatta di design e testing che si ripetono costantemente.

If you want a great app, you’ve got to test.
Steve Krug

Risorse utili

Pin It

Related Posts

Comments are closed.