Facebook presenta Slideshow: ADV video più leggeri e coinvolgenti

by • 3 Novembre 2015 • Social e dintorniCommenti disabilitati su Facebook presenta Slideshow: ADV video più leggeri e coinvolgenti1275

Facebook ha presentato Slideshow, una nuova tipologia di inserzione video più leggera, coinvolgente e facile da utilizzare; creata a partire da una serie di immagini statiche, Slideshow si aggiunge alle soluzioni offerte da Facebook per creare connettività per tutti, e aiutare gli inserzionisti a sperimentare nuove forme di creatività.

The Power of Video Now Available to More People in More PlacesTra i benefici di Slideshow possiamo includere:

  1. La possibilità, per le aziende, di creare video: Slideshow riduce la quantità di risorse e di tempo necessari per produrre video. Le aziende possono infatti utilizzare immagini di proprietà oppure semplicemente estrarle dalla nostra libreria.
  2. Raggiungere un numero più ampio di persone su più dispositivi: la dimensione ridotta di Slideshow aiuta gli advertiser a raggiungere un numero più ampio di persone, grazie a inserzioni video coinvolgenti, a prescindere dal tipo di dispositivo o connessione.
  3. Un minor numero di dati necessari: una Slideshow della durata di 15 secondi ha una dimensione circa 5 volte più ridotta rispetto a un video della stessa durata.

Di seguito alcuni esempi di Slideshow test:

  • In Kenya e Nigeria, Coca Cola ha realizzato una nuova inserzione video per incrementare l’awareness della nuova stagione dello show Coke Studio Africa.
  • Per raggiungere, all’interno del proprio target, anche persone connesse attraverso reti o dispositivi lenti, Coca Cola ha selezionato alcuni screenshot ad alta risoluzione del video, caricandoli in sequenza insieme a un testo, per raccontare la storia attraverso Slideshow.
  • I risultati sono stati stupefacenti: l’azienda è riuscita a raggiungere 2 milioni di persone – il doppio rispetto al loro obiettivo iniziale – e ha incrementato di 10 volte l’awareness.

 Maggiori informazioni.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.