Internet Festival 2014 – Play the game

by • 25 Ottobre 2014 • Appuntamenti, FocusComments (0)836

In questi anni ho visto nascere molti eventi legati all’ambito videoludico, alcuni di questi nati con uno scopo puramente commerciale, dettati dalla voglia di voler entrare in un ambito che non sta conoscendo crisi e che fattura sempre più denaro, ma che perde tutto il “romanticismo” costruito negli anni. Per fortuna non riguarda l’appena trascorsa Internet Festival 2014 a Pisa, più specificatamente l’area gaming.

internet-fest-pisa-2014

Questo piccolo evento è una parte di un carrozzone più grosso con anni di esperienza e di vissuto alle spalle, ma pur essendo giovane (questa era la seconda edizione) ha subito creato un ambiente molto positivo e fresco. Il pubblico cittadino e non solo presente alla manifestazione ha risposto molto bene, accorrendo nel piccolo spazio da loro gestito.

Per i più curiosi dell’ambito sono stati creati diversi workshop che raccontavano a grandi linee parte del processo produttivo di un gioco, dal game design alla realizzazione passando per i concept art dei personaggi del gioco, il tutto in forma gratuita (ovvero gentilmente offerti dagli sponsor). Nella parte espositiva si potevano anche incontrare alcuni sviluppatori indie che facevano provare i loro ultimi lavori.

La genuinità dell’evento era percepibile anche dai piccoli malfunzionamenti che richiedevano dei fix sul posto per poter far continuare a giocare le persone; a completare il tutto un ambiente molto amichevole e informale – sedie, divani e monitor – tutto per rendere più comoda l’esperienza di gioco per un possibile futuro acquirente.

Tra i giochi esposti si notava una grande presenza di giochi multiplayer locale, i cosiddetti party game creati per socializzare e intrattenere gli ospiti di una cena o per un diverso dopocena all’insegna di una competizione veloce, pur senza togliere lo spazio alle chiacchere.

Anche in questo evento s’è parlato di gamification, concetto chiave ormai – insieme a storytelling – di ogni evento che riguarda giochi e web; dai relatori che esperti del settore hanno introdotto ai profani l’argomento, agli ospiti che da semplici curiosi e interressati all’argomento hanno attivamente partecipato ai talk. Ma purtroppo in questo paese siamo ancora agli inizi e molte aziende non credono nella potenza di questo medium comunicativo.

L’evento non era solo volto a insegnare o a pubblicizzare i pochi sviluppatori presenti, ma anche intrettenimento: e infatti per la sera (quella del venerdì) è stata organizzata la serata Play the game, una raccolta di vecchie glorie del videogioco lasciate provare alle nuove generazioni, con effetti talvolta esilaranti.

È evidente una certa nota acerba dell’organizzazione e il poco carisma che sono riusciti a trasmettere, ma nonostante tutto credo che IF Play the Game abbia ampi margini di crescita, cercando di coinvolgere molti più sviluppatori indipendenti, coinvolgere “personaggi” del settore con maggiore esperienza per orchestrare meglio la parte di retrogaming e magari far partecipare qualche giornalista esperto per ampliare la risonanza dell’evento. In ogni caso i giovani che coordinavano il tutto trasmettevano voglia di fare e molta passione, sempre sorridenti.

Credo che il prossimo anno noteremo una maggiore maturazione e un discreto incremento dell’importanza dell’evento. In bocca al lupo ragazzi.

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *