Maker Faire Rome 2014: sono 17 gli istituti vincitori della Call4School

by • 22 Settembre 2014 • AppuntamentiComments (0)1041

CS Generale“The Brain arm”, un braccio robotico realizzato con una stampante 3D che si muove con la “forza del pensiero”; “My Way”, un innovativo bastone per non vedenti; “Ricordati di me”, il seggiolino salvabimbi collegato all’auto e al cellulare che permette di evitare “qualsiasi dimenticanza”. Sono questi alcuni dei progetti delle scuole che hanno vinto la selezione della Call4School organizzata in collaborazione con il MIUR per la seconda edizione della MakerFaire – The European Edition.

I progetti saranno in mostra insieme ad oltre 500 invenzioni provenienti da tutto il mondo dal 3 al 5 ottobre all’Auditorium Parco della Musica di Roma, che per l’occasione si trasformerà nel più grande villaggio mai realizzato dedicato all’innovazione, alla creatività e al digital manifacturing, grazie allo spettacolare evento promosso dalla Camera di Commercio di Roma, organizzato da Asset-Camera e curato da Riccardo Luna e Massimo Banzi.

Diciassette gli istituti superiori selezionati dalla giuria: l’I.P.S.I.A. “Galilei” di Castelfranco – l’I.T.T. “Galileo Ferraris” di Verona – l’I.I.S. “Belluzzi-Fioravanti” di Bologna – l’I.T.S. “Meccatronico” di Vicenza – l’I.I.S. “Enrico Fermi” di Bibbiena – l’ Istituto Superiore “Carlo Anti” di Villafranca di Verona – l’I.I.S. “Petrucci-Ferraris- Maresca” di Catanzaro – l’I.I.S. “Tito Sarrocchi” di Siena – il Liceo di Scienze Applicate “Rainerum” di Bolzano – il Liceo Scientifico Statale “Enrico Fermi” di Padova – l’I.T.T.B. Pascale di Cesena – l’I.I.S. “Enrico Mattei” di Recanati – l’I.T.I.-L.S. “Francesco Giordani” di Caserta – l’I.I.S. “Rosatelli” di Rieti – l’I.T.S.T. “Primo Levi” di Quartu San’Elena – l’I.I.S. “Augusto Righi” di Cassino – l’I.I.S. “Alberto Castigliano” di Asti.
Data la quantità di scuole e progetti provenienti dall’estero e dalle scuole medie, la giuria ha straordinariamente deciso di assegnare due menzioni speciali: ad una scuola internazionale, l’Istituto Superiore di Scienze Applicate e Tecnologia di Susa in Tunisia, e ad una scuola media: l’Istituto Comprensivo di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza).
“C’è un luogo dove formazione e progettualità si incontrano in maniera naturale, dove la lotta alla dispersione scolastica è più efficace, dove si costruisce il futuro lavorativo dei nostri ragazzi e quello produttivo della nostra economia. Sono i laboratori che caratterizzano in particolare, ma non solo, i nostri Istituti Tecnici e Professionali” – spiega il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini. “Nel Piano ‘La Buona Scuola’ proponiamo di ricostruire questi laboratori, orientandoli alle nuove tendenze tecnologiche e trasformandoli in palestre di innovazione. La cultura maker offre una valida fonte di ispirazione: un maker impara a sperimentare, a condividere la propria conoscenza e a collaborare con i pari, creando una comunità che si auto-forma. Costruire una generazione di maker significa dare vita a una comunità di giovani ricchi di capacità, appassionati e autonomi.”
Stefano Micelli, coordinatore della giuria e della Call4School, Premio Compasso d’oro 2014, ha dichiarato: “Abbiamo lanciato la call 4 school convinti che ci sia dentro alla scuola una grande capacità di innovazione e che gli studenti, se stimolati nel loro campo, possono davvero stupirci. Come giuria siamo molto soddisfatti di aver ricevuto un segnale forte di vitalità da parte dei ragazzi e che i progetti selezionati confermino grandi capacità creative, poco note e che vanno valorizzate.”
E alle scuole anche quest’anno gli organizzatori della MakerFaire hanno voluto riservare un ruolo da protagoniste. Oltre a ospitare all’interno della manifestazione i progetti selezionati il 3 Ottobre dalle 9.30 alle 13.00 le scuole che si registreranno sul sito internet all’indirizzo
http://www.makerfairerome.eu/educational-day/ potranno visitare gratuitamente la fiera e osservare da vicino gli oltre 500 progetti in mostra. Le classi avranno anche l’opportunità di partecipare alla Conferenza “20 under 20”, in cui 20 giovanissimi innovatori – provenienti da tutto il mondo – raccontano ad una platea under 20 le proprie idee e i propri progetti con i quali stanno costruendo un futuro diverso. Non solo. All’interno dell’area Kids si terranno moltissimi workshop dedicati all’elettronica, robotica e al “digital manufacturing”.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.