ADVintage 1967 – Chiamami Peroni…

by • 11 Settembre 2014 • Advertising, FocusComments (0)2908

Il 1967, in Italia, è contraddistinto dallo scandalo Sifar (la scoperta del tentativo di colpo di stato di qualche anno prima) e l’enciclica rumorosa fatta da Paolo VI.
Ma quest’anno è ricordato in comunicazione anche perché entravano con dirompenza le nuove regole pubblicitarie atte a dissacrare le vecchie, rendendo protagonisti nuovi concept come il “femminismo”, “la rivoluzione sessuale” e “i giovani”.

birra_peroni_collo_corto

L’azienda di birre, la Peroni, fa pubblicizzare per la prima volta nel nostro paese, il prodotto ad una donna, e che donna! la svedese Solvi Stübing.
Attraente, tedesca, bionda, specchio di quella bellezza nordica consacrata dall’immagine prepotente di Anita Ekberg della dolce vita felliniana , indimenticabile nell’abito da marinaretto, la “bionda della Peroni” diventa subito un fenomeno di costume.

$(KGrHqMOKiUE5gVDJHgCBOjGr+8GUQ~~60_57Dalla seconda metà degli anni Settanta al 2000 la bionda Peroni si è trasformata in base al concept femminile più in auge dell’anno corrispondente (donna in carriera, donna new age) incarnandosi in altre donne dai capelli chiari, meno azzeccate e smaliziosamente conturbanti di lei (Jo Whine, Michelle Gastar, Anneline Kiel, Milly Carlucci, Kim Van der Wint, Philippa Lagerback per citarne alcune).
Sono però le pose maliziose con la bottiglia, l’ammiccante doppio senso visivo, e le invitanti parole della prima bionda, (dal 1967 al 1972) Solvi Stübing, appunto, a rimanere nella storia: “Chiamami Peroni, sarò la tua birra”.

Curiosità: “LE BIONDE PERONI” sono on-line a partire da lunedì 28 luglio 2014 su CinemaimpresaTv canale youtube dell’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa, in uno spazio a loro dedicato raccontato in una playlist dal titolo “Le Bionde Peroni”.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=qhx-uPIYCFc[/youtube]

Art: Nicola Lepore
Agenzia: Armando Testa
fonti: archivio Peroni
la Repubblica del 14 maggio 2003

34_17

Pin It

Related Posts

Comments are closed.