Halley Dockerty: l’arte del 18° e 19° secolo incontra Google Street View

by • 26 Aprile 2014 • Arte, Fotografia, IspirazioneComments (1)1490

L’artista Halley Dockerty reinterpreta le città disegnando mappe visive per nuovi nomadi urbani. Tokyo, Gerusalemme, Instabul, Parigi, Berlino, Amsterdam. Nei suoi collages, scene di città ritratte in famose tele del 18 e 19 secolo si sovrappongono ad attualissime immagini digitali di Google Street View.

Da Canaletto a Hopper da Utagawa Kuniyoshi da Francesco Guardi a Jean Béraud, da Utagawa Hiroshige a Gerrit Adriaenszoon Berckheyde, Dockerty modifica i paesaggi urbani creando nuove prospettive.

Un progetto fotografico dedicato a tutti coloro che “amano attraversare – per usare le parole della scrittrice Arianna Dagnino – frontiere fisiche e psichiche lasciandosi contaminare da saperi e linguaggi diversi”.

 


 

[ via The Guardian ]

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *