L’unione fa la palestra. Un progetto per webwriter tutto al femminile

by • 8 Marzo 2014 • Copywriting, ProgettiComments (0)1814

Gli stereotipi aiutano a capire prima la gente. Lo sanno i pubblicitari, lo ammetto anch’io. Eppure gli stereotipi non raccontano la diversità, quella che si presenta come un caso particolare, una minoranza. Quella che però arricchisce ogni storia, personale o meno, rendendola speciale e umana. Delle donne, ad esempio, si dice che non siano in grado di fare squadra, che per natura siano mosse da istinti primordiali di rivalità e competizione estrema, che siano invidiose le une delle altre. Caratteristiche, queste, certamente invalidanti per la creazione di un qualsiasi gruppo di lavoro fra donne. L’ho pensato anch’io (la storia delle Spice Girls mi aveva portato a crederlo fortemente), finché, scrivendo sul web, non ho conosciuto loro, le mie colleghe dello staff di Palestra Writer.

Logo Palestra Writer

Che cos’è Palestra Writer

Palestra Writer è un luogo virtuale d’incontro fra persone, uomini e donne, che vogliono cimentarsi nella scrittura per il web. Dedicato a chi sogna e chi vuole diventare un webwriter, oppure a chi ha bisogno di capire i meccanismi di questa professione per svolgere la propria.

In un mercato del lavoro saturo e fortemente competitivo, spesso ci si chiede “Da dove inizio?”. La mission della Palestra è proprio quella di fornire gli strumenti ed i consigli utili per cimentarsi nella scrittura online. Con tanta umiltà e spinti da uno spirito di solidarietà fra persone che condividono le stesse passioni, tra principianti e professionisti del web volenterosi, cerchiamo di colmare quelle lacune che la stessa Università italiana presenta. Se ci pensate, esistono corsi di laurea per svolgere diverse professioni, ma non per diventare un webwriter.

 Il progetto e lo staff

Il progetto nasce più di un anno fa dall’idea di Francesca Oliva, una mamma webwriter della provincia di Firenze che aveva lanciato un appello: entrate nella mia palestra e cresciamo insieme. Così, un po’ raccogliendo tale invito, un po’ frequentando il sito web di Francesca e il gruppo Facebook che era nato in seguito all’iniziativa, io ed altre persone abbiamo stretto proficue amicizie in quella che è oggi la Palestra ufficiale. Il naturale corso degli eventi ha portato alla formazione di un vero e proprio team di lavoro composto proprio da Francesca, me ed altre dieci ragazze. Dello staff fanno parte: Annarita Faggioni, Eleonora Giunchi, Gaia D’Alessandro, Laura Bottazzi, Luigia De Fazio, Maria Grazia Piemontese, Maria Grazia Tecchia, Simona Nurcato, Valentina Medori e Valeria Mascheroni.

Ebbene sì, tutte donne. E che donne! Innamorate del web e della scrittura, spesso social addicted, ognuna con la sua personalità, con le sue propensioni, diamo il massimo per costruire qualcosa insieme. E chi l’avrebbe mai detto che ci saremmo riuscite? Eppure collaboriamo come una vera squadra per organizzare l’attività di questo luogo di esercizio intellettuale, per creare piani editoriali, calendari e turni, in modo che tutti coloro che hanno aderito all’etica di Palestra Writer possano trarne gli insegnamenti necessari al proprio percorso professionale.

La frequentazione della Palestra presenta diversi benefici:

  • Un sito Internet continuamente aggiornato dove leggere spunti, imparare strumenti e regole che riguardano la scrittura sul web:
  • Webinar gratuiti sull’argomento;
  • Un gruppo Facebook dove incontrarsi e condividere dubbi, novità e insegnamenti sul webwriting.

Il tutto per fornire: risorse indispensabili, parlare di lavoro, personal branding, ottimizzazione di testi per i motori di ricerca e social media.

Al di là dell’esperienza formativa ed umana che tutti noi della Palestra stiamo vivendo, quello che è incredibile è vedere che 12 donne, potenzialmente l’una la competitor dell’altra, riescono egregiamente a fare rete per fornire un servizio davvero utile.

Io e le mie colleghe crediamo fermamente nel nostro progetto e, se la scrittura sul web è anche la tua passione o aspirazione professionale, ovviamente,  aspettiamo anche te! Mettersi alla prova non ha mai ucciso nessuno. E noi ne siamo l’esempio vivente.

Stereotipi 0 – Donne 1.

[ photo © Elnur – Fotolia.com ]

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *