I migliori caratteri del 2013 secondo Typographica

by • 20 Marzo 2014 • Design, TipografiaComments (0)1735

Come ogni anno, dal 2006, Stephen Coles su Typographica stila la lista delle migliori font dell’anno.

Per secoli la creazione dei caratteri è stata appannaggio di Stati Uniti ed Europa Occidentale, quest’anno i 54 caratteri scelti provengono da 21 paesi diversi, paesi come Libano, Messico, Nuova Zelanda. Coles parla di globalization and democratization of the font market.

La classifica di Typographica non si basa su una giuria, non è un contest. È una raccolta di opinioni tra gli addetti ai lavori, non recensioni dettagliate o critiche rigorose, ma perlopiù sensazioni e preferenze. Cosa è piaciuto agli esperti contattati da Coles. Come dice lui stesso, si tratta più di un promemoria e una panoramica – parziale e non esaustiva – sulle migliori creazioni dell’anno.

Su questo principio faccio la mia personale top 5 della lista di Typographica:

Circular-fonts-sample

1. Circular

Disegnata da Laurenz Brunner per la type foundry svizzera Lineto, che distribuisce, tra le altre cose due interessanti font come Akkurat (sempre disegnata da Brunner) e Replica. Circular è una rivisitazione dei caratteri geometrici come Futura o Neuzeit Grotesk. È possibile vederlo in uso sulle pagine del New York Times Magazine.

Brandon-Text-fonts-sample

2. Brandon Text

Della type foundry tedesca HVD Fonts. Compagna ideale di un’altra nota font di HVD, Brandon Grotesque, premiata nel 2011 dal Type Directors Club. Adatto per testi lunghi e piccoli.

Quixo_7

3. Quixo

Distribuita da FontFont è stato disegnato dal tedesco Frank Grießhammer (che ha studiato anche all’ISIA di Firenze). Da vedere lo studio e il making of su Behance.

Lava-fonts-specimen

4. Lava

Distribuita da Typotheque, disegnata appositamente da Peter Biľak per il magazine della type foundry olandese, Works that Work, e pensata per essere leggibile su tutti i formati in cui è distribuito il magazine (online, eBook, PDF, carta).

Post-Grotesk-fonts-main

5. Post Grotesk

Disegnata da Josh Finklea all’interno del progetto Incubator della type foundry americana Village che aiuta, come scrivono sul sito, i designer a sviluppare la loro voce tipografica. Un Grotesk che deve molto a Berthold Akzidenz-Grotesk, con la sua personalità.

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *