I Cento brand del 2013

by • 8 Gennaio 2014 • Brand IdentityComments (0)957

Quando un brand cambia qualcosa della sua immagine, si innesca all’istante una pratica ormai diffusa e tipica dell’era 2.0: scatenare guerre in rete a colpi di tweet e commenti Facebook. Pensate  al restyling di American Airlines con la polemica accesissima di Massimo Vignelli, al caso del Museo Madre, ai vari brand per le città italiane o al semplice cambio di lettering effettuato da IKEA appena tre anni fa.

Ma per un grande nome che cambia vestito, ne esistono centinaia di minori (ve ne accorgerete: sono minori solo fino ad un certo punto) che nel 2013 hanno presentato per la prima volta o cambiato più o meno radicalmente il proprio brand. Cambiamenti che la rete ha pressoché ignorato o trattato, comunque, con parecchio distacco. Branding Source ne ha raccolti moltissimi: ci sono i grandi casi che tutti conosciamo – American Airlines e Google, per esempio –; ma anche Philips, VH1, ABC, Bacardi, Vine, Instagram, Bing, Vevo, Spotify: ve ne eravate accorti? Al link l’elenco completo di tutte le informazioni, qui di seguito alcuni dei più interessanti. La raccolta è anche un’ottima occasione per leggere alcune delle principali tendenze in termini di brand dell’anno appena trascorso.

 

1

 

2

3

4

 

 

5

6

7

Pin It

Related Posts

Comments are closed.