Le email: croce e delizia.

by • 30 Dicembre 2013 • Ora d'ariaComments (0)1076

In una web agency tutte le comunicazioni, anche quelle interne – per quanto vicini possiate stare seduti – avvengono via email.

Qualsiasi cosa vi vogliate dire, sia pure decidere dove mangiare, manderete una email e risponderete via email, generando thread senza fine. 
ho visto thread di email che voi umani.

Ecco alcune verità scomode sulla posta aziendale che tutti faremmo bene a conoscere:

  • il numero di email in cui siete in copia pur non riguardandovi in modo significativo si moltiplicheranno senza che voi possiate impedirlo in alcun modo;
  • le email si accumuleranno nella vostra casella di posta in maniera direttamente proporzionale al numero dei giorni durante i quali non la aprirete. 
al ritorno dalle ferie il primo attacco di panico e depressione post-vacanze lo avrete controllando il numero delle email in arrivo. devolvereste tutto lo stipendio pagando qualcuno per leggerle e farvi un riassunto veloce, anzi un recap;
  • passerete molte ore a capire come usare le cartelle e le sottocartelle del vostro client di posta per cercare di mettere ordine in tutto questo casino.

Ma tra un’imprecazione e l’altra ricordate: le email sono anche uno strumento utilissimo.
Permettono di tenere traccia delle motivazioni di ogni decisione operativa e potrete in ogni momento risalire a chi vi ha detto di fare cosa, quando e perché.
Tutto ciò che vi è stato comunicato a voce non conta, sarà dimenticato o sarà usato contro di voi. #sapevatelo.

Se usate bene l’oggetto della email, anche cercarle nella vostra posta sarà semplice e ogni volta che il vostro capo vi chiederà notizie e aggiornamenti (riportati con precisione in thread di email in cui naturalmente è già in copia), ve la caverete abbastanza bene, con solo un paio di imprecazioni a mezza voce.

Le email vi salveranno il culo in moltissime occasioni tranne quelle, s’intende, in cui avete fatto qualche guaio e allora sarà scritto là, nero su bianco, e non avrete scampo.
Meditate gente, meditate.

[ ph © adimas – Fotolia.com ]

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *