Gli illustratori italiani più premiati all’estero

by • 2 Luglio 2013 • Illustrazione, IspirazioneComments (5)19329

L’illustrazione è una disciplina che sta tornando ad essere molto apprezzata dal grande pubblico, eppure sono ancora poco conosciuti gli autori delle immagini. Ad esempio, solo gli addetti del settore conoscono gli artisti italiani più rappresentativi del momento e sanno distinguere una buona illustrazione da una mediocre.

Per provare a fare luce su questa disciplina, ho pensato a dei post dal gusto enciclopedico, che accomunino per temi, i migliori illustratori del mondo (Italia compresa). Sarà un viaggio spero avvincente, fatto per aiutare a conoscere grandi artisti, le cui opere magari vediamo ogni giorno su riviste e quotidiani. E, chissà che solleticando la curiosità di qualche committente nascosto nel pubblico, l’illustrazione non torni ad essere centrale nella comunicazione visiva italiana di questi anni.

Ho pensato di iniziare da quelli che sono gli illustratori italiani più premiati a livello internazionale negli ultimi 20 anni. I premi di cui si parla sono per lo più relativi all’editoria (periodica e per l’infanzia), in rari casi riguardano il mondo dell’Advertising (soltanto perché è difficile reperire i premi degli anni passati se non nelle biografie degli illustratori). Non sono state prese in considerazione le selezioni nei vari Annual, ma soltanto i massimi riconoscimenti. A fine articolo troverete una breve legenda con le indicazioni sui vari premi citati nell’articolo.

Come vedrete non sono pochi e hanno vinto premi molto prestigiosi, i più importanti del mondo!

 

1) Alessandro Gottardo aka Shout

È uno degli illustratori più in voga degli ultimi dieci anni, pur essendo molto giovane; da subito è riuscito, con un linguaggio visivo sintetico e metafisico, a conquistare il cuore delle riviste e dei quotidiani americani. Da lì ha “dominato” tutto il mondo. In Italia lo avrete visto sulle pagine di Internazionale o nei ritratti per gli editoriali de Il Venerdì di Repubblica.

shout_01

Ha vinto 3 Gold e 3 Silver Medal della Society of Illustrators di New York; 1 Gold e 2 Silver Medal nel 3×3 ProShow (un’altro dei massimi annual illustratori USA); 1 Gold della prestigiosa Society of Publication Designers.


shout_tiragraffi

 

2) Emiliano Ponzi

Anche lui è giovane e piace tantissimo al pubblico statunitense; attivo da una decina di anni a livello internazionale, ha raggiunto il successo quando ha sintetizzato lo stile asciutto e minimale che lo caratterizza, diventando insieme a Shout, Scarabottolo e ad altri illustratori uno dei migliori rappresentanti dello stile concettual-minimale italiano che ha conquistato gli USA. Oltre ai lavori per quotidiani e magazine, si è specializzato maggiormente nei lavori per l’editoria e in Italia, oltre che su Repubblica, Il Sole 24Ore, Rolling Stones, avrete visto i suoi cicli di copertine Feltrinelli per le opere di Saramago o di Bukowski (che gli americani hanno apprezzato e premiato già più volte).

Ha vinto 3 Gold e 1 Silver Medal della Society of Illustrators di New York; 1 Gold e 2 Silver Medal nel 3×3 ProShow; 1 Gold Cube dell’Art Directors Club di New York; è selezionato da Taschen per apparire nella collana Illustration Now! che ha raccolto per ora 450 tra i migliori illustratori al mondo (pochissimi gli italiani).

ponzi_tiragraffi

 

3) Anna ed Elena Balbusso

Semisconosciute in Italia, sono diventate famose quando hanno lasciato Milano e si sono insediate a New York, maturando uno stile raffinato che le ha fatte diventare probabilmente le più apprezzate artiste italiane dagli art directors americani.

Hanno vinto 2 Gold Medal della Society of Illustrators di New York; 1 Silver Medal nel 3×3 ProShow; Winners del V&A Illustration Awards di Londra.

balbusso_tiragraffi

 

4) Gianni De Conno

È un illustratore di lungo corso, uno dei più apprezzati nell’editoria per ragazzi, dallo stile poetico ed evocativo. Avrete visto una sua illustrazione in una delle tante copertine fantasy (come il romanzo “L’ultimo elfo” e gli altri di Silvana De Mari), oppure nei poster del Premio Bancarella, o più probabilmente in uno dei tanti libri illustrati da lui realizzati (“Il bambino dal pigiama a righe”, “Poesie alla Luna”, “Abulabbas, elefante imperiale”).

Ha vinto 2 Gold Medal della Society of Illustrators di New York, mentre in Italia ha vinto il premio della rivista Andersen dato al migliore illustratore per l’infanzia dell’anno.

deconno-tiragraffi

 

DeConno-PigiamaRighe-cover

 

 

5) Beppe Giacobbe

È uno dei capostipiti della cosiddetta illustrazione concettuale e ogni sua opera pone domande sulla condizione umana e si concede a più letture. Lo conoscete in Italia perché è uno degli illustratori preferiti dei quotidiani Corriere della Sera e IlSole 24Ore;  negli USA è apprezzatissimo e utilizzato anche per corporate e advertising.

Ha vinto 1 Gold Medal nel 3×3 ProShow e 1 Gold Medal della rivista Communication Arts.

giacobbe-tiragraffi

 

6) Roberto Innocenti

È il decano dell’illustrazione per l’infanzia italiana, il suo massimo esponente, riconosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. Da più di trent’anni realizza libri illustrati che hanno successo ovunque: famosi il suo “Pinocchio” e la “Rosa Bianca”, libro che gli ha fruttato la prima fama e moltissimi premi.

Ha ricevuto il prestigiosissimo Hans Christian Andersen Award, sorta di Nobel dell’illustrazione per l’infanzia (unico italiano mai premiato) e 2 Golden Apple alla Biennale dell’Illustrazione di Bratislava.

innocenti-tiragraffi

 

7) Valeria Petrone

Da sempre il suo mercato è prettamente internazionale; le sue illustrazioni piene di ironia sono un raro esempio di stile concettuale che funziona anche con i bambini, ed infatti alterna commissioni adulte (per magazine come Io Donna) a libri per l’infanzia.

Ha vinto 1 Gold e 1 Silver Medal nel 3×3 ProShow, una menzione d’onore e 1 Gold medal nel 3×3 Children Book Show.

petrone_tiragraffi

 

8) Nicoletta Ceccoli

È divenuta famosissima quando ha spostato il soggetto delle sue illustrazioni, rappresentando enigmatiche bambine dai lineamenti eterei, con una tecnica pittorica sopraffina: da quel momento è diventata un’artista amata in tutto il mondo.

Da illustratrice professionista aveva però già raccolto 1 Silver Medal della Society of Illustrators di New York e il il premio della rivista Andersen italiano per l’infanzia.

ceccoli_tiragraffi ceccoli_0

 

9) Lorenzo Mattotti

Uno dei più grandi illustratori italiani, sicuramente uno dei primi ad essere apprezzati all’estero (USA e Francia), innovatore straordinario nel mondo delle graphic novel, affichiste di grande talento. Lo conoscerete sicuramente, perché negli ultimi venti anni le sue immagini hanno popolato e colorato il nostro immaginario collettivo, occhieggiandoci dalle copertine dei libri Einaudi, dai poster sui muri (Festival Di Sanremo, Festival di Cannes, Napoli Comicon, Estate Romana, ecc), nei cinema (il Pinocchio di D’Alò si avvale dei suoi disegni e del suo stile inconfondibile) o dalle pagine di quotidiani e riviste (Vanity Fair,  New Yorker, Le Monde, Corriere della Sera, Repubblica, Internazionale).

Primo illustratore che abbia ricevuto l’onore di una mostra personale al Palazzo delle Esposizioni a Roma, ha vinto nel 1993 – unico italiano nella storia – il Grand Prix di Bratislava, uno dei massimi riconoscimenti dell’editoria per ragazzi.

mattotti-tiragraffi

 

10) Guido Scarabottolo

Un’altro illustratore amatissimo negli States, che con la sua arte minimale ha aperto la strada a tutti quei talenti che sono venuti dopo (come i già citati Ponzi e Shout). Designer, architetto e illustratore instancabile in Italia lo conoscete soprattutto per il corpum ormai ampissimo delle copertine Guanda o per le sue apparizioni su praticamente tutti i quotidiani e riviste (dal Sole al Corriere, passando per Internazionale).

Ha vinto “soltanto” 1 Silver Medal della Society of Illustrators di New York, ciononostante il suo stile originale e unico lo ha reso famoso in tutto il mondo.

scarabottolo-tiragraffi

 

11) Olimpia Zagnoli

In pochissimi anni è diventata, da talento emergente, artista affermata ed originalissima, capace di spaziare dall’editoria alla moda. In Italia appare, tra gli altri, su Internazionale (anche in copertina), Repubblica e IlSole 24Ore.

È stata giudicata New Visual Artist del 2012 da Print Magazine e ha ricevuto lo “Young Guns” Award dell’Art Directors Club di New York nel 2011 (premio riservato ai migliori giovani talenti).

zagnoli-tiragraffi

 

Nel compilare questa lista ho cercato di essere esaustivo, cercando notizie relative ai vari premi; potrei essere stato impreciso ed avere escluso alcuni illustratori, nel caso me ne dispiaccio e spero che i lettori o magari i diretti interessati possano comunicarmelo, in modo da poter espandere questa lista prestigiosa.

 

Qui potete trovare una veloce legenda dei premi citati.

Society of Illustrators New York
È la più antica e prestigiosa associazione di illustratori mondiale; ogni anno pubblica un Annual ambitissimo e premia i migliori illustratori. Essere selezionato per il loro Annual significa entrare di fatto nel Gotha dell’illustrazione mondiale (specie per quanto riguarda l’editoria periodica).

3×3 Pro and Children Show
È una delle prime riviste al mondo a dedicarsi solo all’illustrazione e negli anni, grazie al lavoro del suo fondatore CHarles Hively (art director newyorchese di lungo corso) è diventato uno dei più prestigiosi Annual per illustratori al mondo.

Society of Publication Designers
Riunisce tutti i creativi che lavorano nei tantissimi quotidiani e magazine americana e ogni anno premia le migliori illustrazioni e le migliori copertine. In altre categorie negli ultimi 2 anni ha vinto premi il magazine IL del Sole 24ore.

Art Directors Club di New York
È ovviamente il più ricco ed esclusivo club di Art Directors al mondo, una sorta di Hollywood dell’advertising.

Communication Arts
È il più diffuso magazine di comunicazione visuale al mondo e i suoi Annual rappresentano quindi una delle vetrine più ambite per gli illustratori che vogliano aprirsi al mercato internazionale.

Hans Christian Andersen Award
Istituito dall’IBBY che riunisce tutti gli editori di libri per l’infanzia al mondo, noto anche come il “Piccolo Premio Nobel” della narrativa per l’infanzia, è un premio letterario internazionale conferito ogni due anni ad autori e illustratori che abbiano dato «contributo duraturo alla letteratura per l’infanzia e la gioventù».

Biennale dell’Illustrazione di Bratislava
Insieme al premio Andersen è il più prestigioso e vecchio dei premi mondiali per l’illustrazione dedicata all’infanzia.

 

Pin It

Related Posts

5 Responses to Gli illustratori italiani più premiati all’estero

  1. Cristina Alaimo ha detto:

    Bello e utile il tuo Blog. Io aggiungerei all’elenco degli illustratori Giovanni Manna, anche lui ha meritato molti premi importanti e pubblicato una grande quantità di libri illustrati per l’infanzia sia in Italia che all’estero.
    Citerei anche la fiera del libro illustrato di Bologna, dove si incontrano illustratori ed editori di tutto il mondo. E che ne dici di Gabriel Pacheco? Lo vogliamo accantonare. Sono stili diversi ma il livello è altissimo.
    Mi sai dare qualche dritta per gallerie d’arte nel vecchio continente e nel resto del mondo specializzati in illustrazione?
    cristina

  2. Antonio ha detto:

    Molto interessante.
    Perchè gli illustratori sono sempre stati considerati artisti di serie B?

  3. Anna Schieppati ha detto:

    Non conoscevo il lavoro di Valeria Petrone….bravissima, per davvero!!

  4. Valerio ha detto:

    Salve, volevo avere notizie riguardo a 4 illustratori degli anni 60. MUCCI, PATARA, CHIAPPINI, MASSACCESI. Ho diversi bozzetti ma non riesco a reperire molte informazioni (sebbene ancora sia concentrato sulla semplice ricerca web). Tutti riportano il nome con l’anno dell’opera. Esempio PATARA ‘60
    Vi ringrazio sin da ora per la disponibilità

  5. Valentina ha detto:

    Ciao a tutti…
    Se io avessi le storie, conoscete qualcuno che possa realizzare illustrazioni x farne un libro?