Foto Stock, un’ottima opportunità per crescere

by • 29 Maggio 2013 • Focus, Fotografia, Lavoro, RisorseComments (0)1029

GETTY IMAGES LOGO

In principio i filtri di Instagram furono creati per mascherare la bassa qualità delle immagini scattate da smartphone. Questa è una delle tante curiosità narrate da Nicola Ghezzi, Marketing Director di Gettyimages e iStockphoto Italia durante l’incontro tenutosi il 28 maggio allo IED di Milano e organizzato da TAU Visual intitolato “Il mercato della fotografia di stock: tendenze e opportunità”.

Il via è stato dato da una constatazioneL’evoluzione del mercato delle foto ha avuto un’evoluzione e ha selezionato il mercato stock come la via futura, possa piacere o meno questa evoluzione”.nicola-ghezzi

Lato fotografo non ci sono solo aspetti negativi in questa situazione il prezzo per gli scatti è sicuramente più basso ma il mercato esponenziale e quindi il ROI possibile molto più alto. Si lavora in larga scala quindi il che significa un pubblico mondiale ma anche esigente che cerca le nuove tendenze di mercato che dal 2007 sono cambiate totalmente complici i social network e la possibilità di pubblicare immagini da parte di tutti.

Ma quali sono le nuove tendenze che il Creative Team research di Gettyimages ha rintracciato nell’ultimo anno?

Tre sono le componenti: le evoluzioni tecnologiche, lo sviluppo e la diffusione degli smartphone e i social media, imperativo della contemporaneità.

Lo sviluppo tecnologico, i dispositivi fotografici sono così evoluti da migliora il lavoro di un principiante come spiega al meglio lo spot Panasonic.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=gkMzZKo-WSY[/youtube]

Lo sviluppo degli smartphone. Dati alla mano dalla nascita delle fotografia fino al 2000 erano 85 i milardi di foto diffuse al mondo. Solo dal 2000 al 2013 sono stati 3,5 trilioni.

E infine i social media, che spingono a condividere ogni attimo. E proprio loro sono stati artefici del cambio del gusto nell’acquisto delle immagini che si può sintetizzare in ulteriori cinque punti.

La ricerca di autenticità, persone vere per aziende vere come testimoniano le immagini più vendute da Gettyimages. Da donna in carriera a spensierata viaggiatrice immortalata mentre osserva il panorama fuori dal finestrino di un treno.

La voglia di momenti di vita vissuta e reale. Avete presente lo spot di Enel Energia?

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=z0hOKILwPuM[/youtube]

La cosiddetta nostalgia istantanea e lo stile che richiama epoche passate ma nell’immaginario “Più belle”. Chi non è rimasto affascinato dallo spot ING Direct ambientato a Woodstock?!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=vB6cFsAgkbw[/youtube]

La ricerca dell’antivanità, persone reali che non hanno bisogno di Photoshop per essere credibili o presenti in uno spot. La naturalezza come un valore aggiunto che può essere trovato solo in scatti spontanei. Od opportunamente studiati!

make up forever

Ma quindi, quali sono quindi le prospettive per i fotografi che vogliono vivere della loro arte?

Il mercato stock fornisce sicuramente molte prospettive viste anche le evoluzioni future che Nicola Ghezzi ha paragonato a quelle del mondo dei video (Youtube e il Content ID) e della musica con Spotify. Insomma maggiore controllo e monitoraggio della rete con PicScout una procedura che però richiede la collaborazione di tutte le forze in campo vista la particolarità del settore e della materia prima.

Con un ultimo appello ai fotografi “Siate local, interagite con il vostro mercato

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *