Non c’è successo senza difficoltà

by • 19 Aprile 2013 • Lavoro, RisorseComments (0)1091

Cosa accomuna le persone di successo? Predisposizione genetica, fortuna o abilità? Che sia solo una o una combinazione delle tre, tutti affronteranno degli ostacoli. Leggiamo cosa ne pensa Ilya Pozin, fondatore dell’agenzia di digital marketing Ciplex ed editorialista di LinkedIn.

1. Il fallimento

Fallire è una parola che non piace a nessuno, ma non c’è nulla che insegni di più quanto il mancare un obiettivo. Mettete in pratica la saggezza popolare facendo tesoro del proverbio “sbagliando si impara”. Per ricordarvene nei momenti più opportuni, scrivete queste tre parole su un post-it, usatele come immagine del desktop o, se avete seri problemi di autostima, fatene un bel poster.
Una curiosità: leggenda vuole che al primo appuntamento le ragazze americane chiedano al fortunato quante volte abbia già fallito in vita sua. Le chances che ce ne sia un secondo sono direttamente proporzionali al numero della risposta. Crocerossine? No, previdenti.

2. Mostratevi ottimisti e realisti

Credete nelle vostre abilità e valutatene i punti di forza e debolezza. Con i piedi ben puntati nel terreno guardatevi allo specchio. Senza eccedere né in severità né in indulgenza, individuate gli obiettivi che potete raggiungere da soli. Fatto questo, sarà facile elencare quelli per la cui riuscita sarà necessario tendere una mano in cerca di aiuto.

3. Inseguite il miglioramento continuo

Se avete completato il punto numero due, avrete chiari i vostri punti di debolezza. Chiedere aiuto nei momenti di aiuto va bene, ma non ripiegate sugli altri ogni volta che incontrate quel problema. Conservate con cura gli insegnamenti e mettetevi alla ricerca delle risorse per acquisire nuove abilità: un libro, un video, un esercizio pratico. A voi la scelta.

4. Perseverate

Le sfide che mettono a dura prova il sistema nervoso fanno parte del gioco tanto quanto i momenti di soddisfazione. Non gettate la spugna: fate yoga, respirate, andate a correre, tirate dei calci – possibilmente a un pallone di gomma e lontano da oggetti fragili. Trovate il vostro metodo ma non mollate. Allenate la vostra resistenza fisica e vedrete che il beneficio sarà garantito anche per quella psichica. Se necessario fatevi anche due cucchiaiate di nutella.

5. Coltivate l’umiltà

Qualcuno dice che dove c’è progresso c’è umiltà. Sembra anche chi ottenga grandi successi abbia un ego relativamente piccolo. Vero o no che sia, preoccupatevi dei piccoli passi che fate ogni giorno, rimanete focalizzati, curiosi di apprendere e coscienti della vostra fallibilità.

E voi cosa ne pensate? Quesi sono cinque dei quindici punti chiave che, secondo Ilya, sono la base di successo e gratificazione personali.
Se siete curiosi di sapere come prosegue l’elenco, potete leggere qui o aspettare il prossimo post.

Ilya Pozin è editorialista di Inc., Forbes e LinkedIn e nel 2012 è stato nominato 30 Under 30 Entrepreneur da Inc. Magazine.

[ foto © pressmaster – Fotolia.com ]
Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *