Festival Internazionale del Giornalismo 2013 #ijf13

by • 22 Aprile 2013 • Appuntamenti, SegnalazioniComments (0)1023

Forse mai come in questo periodo il giornalismo tradizionale comincia pesantemente ad arrancare e sul terreno del digitale non ha ancora saputo trovare una via di uscita alla crisi economica e un’alternativa profittevole al calo delle entrate derivanti da inserzioni e vendite.

Il declino degli introiti pubblicitari sulle testate tradizionali e l’influenza della congiuntura economica hanno finito infatti per diventare un mix letale per un intero settore ancora incapace di trovare un’opzione in grado di sostenere iniziative editoriali, tanto più in rete, dove per ogni sedici dollari persi sul versante della pubblicità su carta se ne guadagna ancora uno soltanto sul digitale, e dove l’eccesso d’offerta ha finito col rendere meno nitidi i contorni della professionalità e di una adeguata retribuzione. E il trend, ormai stabile, sembra essere ancora ben lontano dall’attestarsi su numeri confortanti. Nello stesso momento, ha cominciato a venire meno la figura del giornale -e del giornalista -come depositario unico dell’informazione, avversato dalla concorrenza di lettori sempre meno ‘passivi’ e di una sostanziale disaffezione della cittadinanza nei confronti delle produzioni giornalistiche, soprattutto nei giovani (solo il 6% di lettori tra i ventenni, secondo una ricerca del Pew Center).

In questo scenario appare evidente come la rievocazione di un passato che non sembra più in grado di riproporsi, e garantire ancora l’antico lustro alla categoria né la sostenibilità industriale, rischia di suonare ‘anti-storica’. Né, allo stato attuale, si può celebrare il panorama esistente, governato così com’è dall’incertezza sul futuro della professione, dei modelli di riproducibilità, sulla lenta e inesorabile mutazione dei contenuti -orientati sempre più al mobile, dove però Google e Facebook detengono da soli quasi il 70% delle entrate pubblicitarie -alla ricerca di un business model che fatica ancora a imporsi. L’appuntamento del Festival Internazionale del Giornalismo non può che essere quindi un momento di scambio e dibattito sullo scenario attuale, un punto sulla situazione in questo passaggio decisivo.

La VII edizione del Festival si terrà a Perugia dal 24 al 28 aprile: cinque giorni tra keynote speech, incontri-dibattito, tavole rotonde, interviste, presentazioni di libri, workshop, proiezioni di documentari, concorsi, premiazioni e mostre, e come sempre protagonisti della manifestazione giornalisti da tutto il mondo. L’hashtag ufficiale della manifestazione è #ijf13.

Il Festival Internazionale del Giornalismo è un evento unico nel panorama internazionale, grazie al format: più di 200 eventi con oltre 400 speaker a ingresso libero e aperto a tutti.

Il nostro motto è ‘No paywall here!’ proprio per comunicare questa caratteristica che rende unica la manifestazione, considerando che altri eventi internazionali, organizzati con speaker di alto profilo, prevedono sempre un registration fee anche abbastanza elevato e per molte persone ‘inaccessibile’.

Questo è possibile grazie al sostegno degli sponsor e partner istituzionali, che da sette anni contribuiscono al Festival, permettendo di realizzare una delle manifestazioni culturali più attese in Italia. Una manifestazione che è diventata un patrimonio della comunità che in questi anni ha contribuito al suo successo, arricchendola con proposte, partecipazione, idee.

Confermato UniCredit, in qualità di main partner. Maurizio Beretta, Responsabile Group Identity and Communications di UniCredit, dichiara: “Per il sesto anno consecutivo UniCredit affianca come main partner il Festival Internazionale del Giornalismo. Abbiamo rinnovato anche per questa edizione il nostro sostegno perché crediamo che questo appuntamento rappresenti un momento importante di confronto e dibattito per i media. La professione del giornalista sta cambiando in linea con i tempi e le nuove tecnologie ci pongono di fronte a sempre nuove ed entusiasmanti sfide. Il Festival è l’occasione per riflettere sulle nuove tendenze e sugli attuali strumenti di comunicazione e per discutere dei temi importanti per la società di oggi”.

Confermata TIM official sponsor per il secondo anno consecutivo e confermati anche gli sponsor Sky, Nestlé, Enel e Carlsberg Italia.

Partner istituzionali: per la prima volta ad affiancare il Festival anche il Parlamento europeo -Ufficio d’Informazione in Italia Confermati gli altri partner istituzionali: Commissione europea -Rappresentanza in Italia, Comune di Perugia, Fondazione “Perugiassisi 2019”, Ordine dei Giornalisti Consiglio Nazionale e Ordine dei Giornalisti dell’Umbria, Camera di Commercio di Perugia.

Per il secondo anno consecutivo UNICEF sarà presente al Festival con l’iniziativa ‘Parla di me’.

Volontari da tutto il mondo

Studenti e aspiranti reporter con la loro passione per il giornalismo arriveranno da tutto il mondo. Sono i volontari del Festival che quest’anno arriveranno da: Australia, Belgio, Bielorussia, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Israele, Italia, Kenya, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Slovacchia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Tunisia, Ucraina. Una vera e propria community nata e organizzata attraverso i social network, Twitter e Facebook su tutti -che vive dentro e fuori la rete indipendentemente dal festival.

 

Keynote speech

  • Emily Bell (@emilybell) Una delle voci più importanti e apprezzate nel panorama mediatico britannico e internazionale: dopo anni alla guida del settore digitale del Guardian e numerosi riconoscimenti, ha collaborato a fine 2012, con C. W. Anderson e C. Shirky, alla stesura di uno dei saggi più influenti degli ultimi anni sul futuro dei media digitali: “Post-Industrial Journalism: Adapting To The Present”.
  • Mathew Ingram (@mathewi) Giornalista e blogger canadese letto e quotato in tutto il mondo, Mathew Ingram è presenza costante nei dibattiti in rete sui media in genere, digitali e non: sempre capace di un punto di vista interessante e acuto, è tra gli autori principali dei siti GigaOM e PaidContent, punto di riferimento internazionale per quanto riguarda l’editoria online e l’hi-tech.
  • Harper Reed (@harper) Personaggio eccentrico e brillante esperto informatico, il trentaquattrenne Harper Reed è stato, nelle ultime elezioni americane, Chief Technology Officer (CTO) per la campagna di Barack Obama, portando il suo contributo alla vittoria finale grazie a un’inedita e imponente operazione di data mining -il recupero e l’analisi dei dati a fini elettorali -che ha fatto storia nel settore.

 

Columbia Journalism Review

Si rinnova la collaborazione con Columbia Journalism Review online di New York, una delle più prestigiose e autorevoli testate di settore nel panorama americano e non solo.

  • Social media: usarli in modo intelligente Eric Carvin social media editor Associated Press, Mark Johnson The Economist, Sue Llewellyn consulente strategie digitali, Justin Peters direttore Columbia Journalism Review online
  • Innovare quando è più difficile Matthew Eltringham BBC College of Journalism, Paul Lewis The Guardian, Mark Little fondatore e CEO Storyful, Justin Peters direttore Columbia Journalism Review online
  • Modelli di business 2.0 -oltre l’advertising Garrett Goodman Worldcrunch, Gabriel Kahn University of Southern California, Justin Peters direttore Columbia Journalism Review online
  • Verso contenuti online migliori Adam Baker fondatore Blottr, Justin Peters direttore Columbia Journalism Review online, Aron Pilhofer direttore interactive news The New York Times, Doree Shafrir direttore esecutivo Buzzfeed

 

Data Journalism School

In collaborazione con European Journalism Center e Open Knowledge Foundation
In una società nella quale i dati diventano sempre più accessibili, diventa necessario trovare un metodo di lavoro che sia in grado di decifrarli e raccontarli: il data journalism è una delle nuove sfide della professione, che sulla decodifica di grandi numeri e grandi informazioni può competere col lettore attivo, col citizen journalist, facendo leva su conoscenze e criteri non improvvisabili. Capacità necessarie in un contesto nel quale la trasparenza diventa sempre più uno dei presupposti domandati a qualsiasi tipo di iniziativa o attore -pubblico, istituzionale, privato, politico -e che necessitano di una piena contezza degli strumenti da utilizzare e dei metodi d’analisi da applicare.

Panel discussion

  • Il data journalism nel 2013: a che punto siamo? Lucy Chambers Open Knowledge Foundation, Aron Pilhofer direttore interactive news The New York Times, Guido Romeo Wired, Dan Sinker direttore Knight-Mozilla OpenNews
  • Dati e inchieste: collaborare oltre i confini James Ball The Guardian, Liliana Bounegru European Journalism Centre, Friedrich Lindenberg Open Knowledge Foundation, Paul Radu direttore esecutivo OCCRP, Jack Thurston co-fondatore farmsubsidy.org
  • Il data journalism nell’Europa Meridionale Mar Cabra reporter investigativo multimediale, Marko Rakar presidente Windmill, Guido Romeo Wired, Elisabetta Tola fondatrice formicablu. Organizzato in collaborazione anche con Fondazione Ahref e datajournalism.it
  • Coprire le emergenze nell’era dei big data Anthony De Rosa social media editor Reuters, Aron Pilhofer direttore interactive news The New York Times, Rina Tsubaki European Journalism Centre Workshop
  • Analisi dei Social Network usando la Twitter API Michael Bauer Open Knowledge Foundation
  • Visualizzare dati, mappe e timeline: gli strumenti più economici Gregor Aisch visualizzatore di informazioni
  • La visualizzazione dei dati: guida indispensabile Gregor Aisch visualizzatore di informazioni
  • Excel per giornalisti Steve Doig Walter Cronkite Journalism School, Università di Arizona

 

Online News Association

Online News Association, la più grande associazione a livello mondiale di giornalisti che si occupano di informazione digitale, sarà presente anche quest’anno al Festival con 6 eventi sul tema Digital Evolution: Staying ahead of the Curve 

  1. Nel tempo della transizione: uno sguardo al futuro con Eric Carvin social media editor Associated Press
  2. Etica dell’aggregazione con Steve Buttry editor Digital First Media
  3. Qual è il rendimento economico delle tue notizie? con Anthony De Rosa social media editor Reuters
  4. Twitter masterclass: strumenti e trucchi per giornalisti con Barbara Sgarzi giornalista
  5. Free (or cheap) tools for digital journalists con Carlo Felice Dalla Pasqua direttore Il Gazzettino Online
  6. Mobile tools for the multimedia journalist con Rosa Maria Di Natale Università di Catania

 

Investigative journalism case studies

Quattro presentazioni di esperti nel campo del giornalismo investigativo, a cura di Heather Brooke, premiata scrittrice, giornalista e attivista. La sua quinquennale campagna per la completa divulgazione delle spese dei parlamentari britannici ha portato a una profonda riforma del sistema parlamentare. È visiting professor presso il City University’s Department of Journalism e ha scritto per i principali quotidiani nazionali nel Regno Unito. È presentatrice e coautrice del programma investigativo di attualità di Channel 4 Dispatches. Grazie alle sue ricerche ha lavorato con il giornale britannico The Guardian sull’indagine relativa allo scandalo WikiLeaks. Ha vinto importanti premi, tra cui il Freedom of Information Award dell’Investigative Reporters and Editors e il Freedom of Expression Award dell’Index of Censorship.

  • Come si nascondono? Procuratori, avvocati e società fittizie –Paul Radu direttore esecutivo dell’Organized Crime and Corruption Reporting Project
  • Access law –Heather Brooke scrittrice e attivista
  • Inchieste sull’ambiente: dal traffico di rifiuti alle frodi alimentari –Cecilia Anesi co-fondatrice Investigative Reporting Project Italy (IRPI), Guia Baggi co-fondatrice IRPI, Lorenzo Bodrero cofondatore IRPI, Giulio Rubino giornalista freelance, Leo Sisti direttore esecutivo IRPI
  • Quando la folla investiga –Paul Lewis The Guardian 

 

Incontro con…

  • Come ogni anno il punto sulla situazione politica: l’incontro con il direttore de La Repubblica Ezio Mauro. Il format sarà lo stesso dello scorso anno: la twitterview con domande da twitter hashtag #mauro e dal pubblico presente al festival.
  • La blogger cubana Yoani Sanchez per la prima volta in Italia racconta la sua battaglia a colpi di post sul suo blog Generación Y contro il regime di Fidel Castro. Con lei il direttore de La Stampa Mario Calabresi. Evento organizzato in collaborazione con il quotidiano La Stampa. 
  • Storie di un’Italia che maledice con Claudia Cucchiarato giornalista e scrittrice, Concita De Gregorio La Repubblica, Claudio Stassi disegnatore
  • L’Italia di domani: Twitterview anche con Beppe Servegnini Corriere della Sera affiancato da Mauro Casciari de Le Iene 
  • Bernardo Valli La Repubblica con Luisella Costamagna giornalista e scrittrice: L’arte dell’inviato ai tempi di Internet
  • Leader. Femminile singolare con Sarah Varetto direttore Sky Tg24 intervistata da Giuseppe Cruciani Radio 24 Evento organizzato da Enel
  • Lucia Annunziata direttrice l’Huffington Post Italia
  • Abbate & Buttafuoco ovvero il ritorno di Franchi e Ingrassia con Fulvio Abbate Teledurruti, Pietrangelo Buttafuoco Il Foglio, Luca Mastrantonio Corriere della Sera 
  • Patrick Waterhouse, direttore COLORS Magazine, racconta la rivista “che parla del resto del mondo”. Organizzato in collaborazione con COLORS Magazine 
  • Ritratto d’autore: il ricordo di Enzo Biagi con il giornalista Vittorio Zucconi La Repubblica e le figlie del grande giornalista scomparso Bice e Carla 
  • Incontro con la scrittrice Alicia Giménez-Bartlett. A cura del Comune di Perugia, Assessorato alla Cultura

 

Workshop e presentazioni

  • Il nuovo paradigma della ricerca online Frederik Fischer fondatore e CEO Tazaldoo
  • Come Twitter, Facebook e Muck Rack hanno cambiato il giornalismo Gregory Galant co-fondatore Sawhorse Media
  • The rise of social storytelling Doree Shafrir executive editor Buzzfeed
  • Sourcefabric
  • Douglas Arellanes co-fondatore Sourcefabric
  • Notizie come segnali. Liquid Newsroom, un sonar web in tempo reale Steffen Konrath direttore Liquid Newsroom
  • Piano Media Tomas Bella CEO Piano Media, Matteo Tacconi freelance
  • Small World News Brian Conley direttore Small World News
  • Free or pay. Come si informano i giovani oggi Matteo Grandi direttore Piacere Magazine, Alvaro Moretti direttore Leggo, Giampaolo Roidi direttore Metro, Massimiliano Valerii Fondazione Censis
  • Netizens 2013 Giampaolo Colletti altratv.tv, Luce De Biase Fondazione Ahref
  • LinkedIn per i giornalisti Sponsored event by LinkedIn
  • Repubblica.it: dalla pratica alla teoria Giuseppe Smorto condirettore repubblica.it
  • Querele e blog Elda Brogi Robert Schuman Centre, Gennaro Carotenuto Università di Macerata, Giulio Enea Vigevani Università di Milano-Bicocca In collaborazione con Commissione europea – Rappresentanza in Italia tre workshop
  • Lavoro e disoccupazione: c’è ancora posto per i giovani?
  • Diritti dei europei: deficit democratico o deficit di citizens’ awareness?
  • Il futuro: la data-driven economy
  • Communicating Europe Lucia D’Ambrosi docente Scienza delle Comunicazioni, Andrea Maresi responsabile stampa Parlamento europeo per l’Italia, Enrico Mayrhofer portavoce CRPM, Beda Romano Il Sole 24 Ore, Roberto Santaniello capo gabinetto relazioni internazionali Comune di Milano Organizzato in collaborazione con Parlamento europeo -Ufficio d’Informazione in Italia
  • Community e crowdsourcing editoriale Mafe De Baggis co-fondatore Pleens, Filippo Pretolani co-fondatore Pleens, Barbara Sgarzi giornalista
  • Data Journalism Awards 2013: i candidati Peter Barron direttore external relations Google per Europa, Medio Oriente e Africa, Bertrand Pecquerie CEO Global Editors Network, Aron Pilhofer direttore interactive news The New York Times 
  • Le teorie del complotto: come e perché si formano e come smontarle Paolo Attivissimo giornalista scientifico, Andrea Boda blogger Bimbo Alieno, Gaia Giorgio Fedi TopLegal
  • Il futuro del live blogging: verso le multi-redazioni? Douglas Arellanes Sourcefabric, Bertrand Pecquerie CEO Global Editors Network, Aron Pilhofer direttore interactive news The New York Times, Mario Tedeschini Lalli Gruppo L’Espresso
  • Translating Italy Marco Castelnuovo La Stampa, Tonia Mastrobuoni La Stampa, Marina Petrillo direttrice Radio Popolare, Filippo Sensi vicedirettore Europa, Marion Sarah Tuggey coautrice bimboalieno.it
  • Live blogging: come creare grandi narrazioni multimediali in tempo reale Lillo Montalto Monella ScribbleLive. A cura di ScribbleLIVE
  • Fact-checking digitale Nicola Bruno co-fondatore effecinque, Johanna Vehkoo direttrice Long Play
  • Hai mai sentito parlare d’Europa? Pier Virgilio Dastoli presidente CIME, Diletta Paoletti Università di Perugia, Fabio Raspadori Università di Perugia
  • Come accendere una social tv
  • Giampaolo Colletti fondatore altratv.tv, Guido Scorza Istituto Politiche Innovazione Organizzato in collaborazione con Altratv.tv
  • Donne e nuove tecnologie: come fare informazione in modo semplice e chiaro Luigina Foggetti Girl Geek Life, Sara Maternini co-fondatrice Girl Geek Life, Sonia Montegiove Girl Geek Life, Emma Tracanella Girl Geek Life
  • Violenza contro le donne Emily Bell Tow Center for Digital Journalism, Stefania Ulivi Corriere della Sera, Lauren Wolfe Women Media Center
  • Autofinanziamenti Lisa Biagiotti giornalista e regista, Stefania Ulivi Corriere della Sera 
  • Interviste: come raccontare l’indicibile Stuart Hughes BBC News, Gavin Rees direttore Dart Centre Europe
  • Decidere in situazioni di emergenza Stuart Hughes BBC News, Gavin Rees direttore Dart Centre Europe, Hannah Storm direttrice International News Safety Institute
  • Web responsive design: notizie liquide, notizie mobile, user experience Federico Badaloni Gruppo L’Espresso
  • Digital first: come si trasforma una redazione iperlocale Piervittorio Buffa Gruppo L’Espresso
  • Il giornale (della sera) rinasce su tablet: il caso di Repubblica Sera

 

Luca Fraiola La Repubblica 

  • LegalLeaks: come usare il tuo diritto di accesso all’informazione Ernesto Belisario Associazione per l’Open Government, Guido Romeo Diritto di Sapere e Fondazione Ahref
  • Cassaintegrati: da blog indipendente a media mainstream Michele Azzu blogger, Alessandro Gilioli L’Espresso, Alessio Jacona giornalista

 

Serate teatrali

  • Viaggio nel mondo della burocrazia con Gian Antonio Stella e Paolo Rossi Il giornalista e scrittore Gian Antonio Stella ed il comico Paolo Rossi raccontano un’Italia stretta nella morsa dei commi, degli articoli, degli azzeccagarbugli che passano le giornate a rendere più complicata la vita dei cittadini. Dall’interrogazione parlamentare sulla mucca Clarabella, alla legge regionale promulgata ad hoc dalla Regione Sicilia affinché un privato cittadino possa darsi all’allevamento di due cardellini. Da Tacito a Montesquieu, lo scrittore ed il comico, raccolgono le riflessioni fatte sul tema della burocrazia nella storia, giungendo all’amara conclusione che «il mondo della burocrazia è fuori dal mondo».
  • La musica ha un futuro? Una riflessione sui cambiamenti che le nuove tecnologie e la crisi economica stanno imponendo allo scenario musicale italiano e internazionale e su quali sono le prospettive per chi vorrebbe intraprendere il mestiere di musicista. Il dibattito è condotto da Luca Valtorta direttore XL e partecipano Manuel Agnelli Afterhours, Davide Toffolo Tre Allegri Ragazzi Morti, Giovanni Gulino Marta sui Tubi, Roberta Sammarelli Verdena e Tommaso Colliva Calibro 35. Organizzato in collaborazione con Repubblica XL 

 

Presentazione di libri

  • Paolo Giordano scrittore e autore de Il corpo umano racconta la guerra in Afghanistan con Lucia Annunziata direttrice L’Huffington Post Italia
  • Vertigine digitale di Andrew Keen giornalista e autore con Eleonora Bianchini Il Fatto Quotidiano, Fabio Chiusi blog ilNichilista. Organizzato in collaborazione con Egea
  • Sfidare padri e mariti. Storie di donne di ‘ndrangheta con Lirio Abbate L’Espresso e Pif conduttore e autore televisivo
  • Eredità di e con Lilli Gruber Otto e mezzo LA7
  • Dal teleschermo al monitor, il percorso della notizia di Alma Maria Grandin TG1 con Giampaolo Colletti fondatore altratv.tv, Mariapia Ebreo giornalista freelance, Piero Gaffuri direttore Rai Nuovi Media
  • L’Ospite. Pullman, divani e autostop all’inseguimento delle elezioni americane di Andrea Marinelli giornalista freelance, Francesco Costa Il Post e Serena Danna Corriere della Sera 
  • Fabbricare la realtà -Come si costruiscono le notizie in Italia con Ferdinando Giugliano The Financial Times, John Lloyd Istituto Reuters -Università di Oxford, Caterina Soffici giornalista e scrittrice. Organizzato in collaborazione con Feltrinelli
  • Fare bene il giornalista senza finire sotto processo con Goffredo Buccini Corriere della Sera e Caterina Malavenda avvocato
  • Il web e l’arte della manutenzione della notizia con Alessandro Gazoia blog Jumpinshark, Vincenzo Marino giornalista freelance, Luca Sofri fondatore ilpost.it
  • Ignoranti, l’amara scoperta della realtà con Giuliano Giubilei vicedirettore TG3, Roberto Ippolito giornalista e scrittore, Eric Jozsef Libération, Mariangela Vaglio blogger

 

Rassegna stampa

Torna la tradizionale “rassegna stampa” del Festival. Una lettura comparata dei giornali ai confini della realtà. A guidare il pubblico con dissacrante ironia tra i titoli e i temi dell’attualità saranno Giuseppe Cruciani Radio 24 con David Parenzo giornalista, conduttore, scrittore e Filippo Facci Libero, Fulvio Abbate Teledurruti con Pietrangelo Buttafuoco Il Foglio, Bill Emmott giornalista e scrittore con Beppe Severgnini Corriere della Sera.

 

Documentari

A cura di laeffe il nuovo canale Feltrinelli e de LA7 quattro film-documentari firmati dal regista di Collateral e Nemico Pubblico Michael Mann –Witness: Juarez, Witness: Libia, Witness: Rio, Witness: Sudan 
Droga, povertà, violenza, corruzione, traffico d’armi, guerra etnica hanno creato alcuni dei punti caldi più pericolosi del pianeta. Witness segue la nuova generazione di foto-giornalisti nelle zone di conflitto in Messico, Libia, Brasile, Sudan. Nel cuore dell’azione cosa spinge un giornalista ad andare più vicino quando tutti cercano riparo?

Witness: Juarez 
Eros Hoagland è stato inviato in Iraq, Afghanistan e Haity. A Juarez in Messico, la capitale degli omicidi nel mondo, 19.000 morti legati al traffico di droga, Eros racconta con grande impatto emotivo l’omicidio di un uomo nella sua macchina, il contrasto tra il silenzio della morte e l’arrivo della polizia.

Witness: Rio 
A Rio, una città intrappolata tra la polizia e le gang, l’intrepido fotografo e giornalista Eros intraprende una raccapricciante ricerca sui cadaveri nascosti dentro e fuori le favelas.

Witness: Libia 
Michael Christopher Brown è stato in Libia 5 volte durante il conflitto che portò alla deposizione di Gheddafi. Ora che la rivoluzione è finita la situazione è ancora più delicata a causa di continue lotte interne. Brown torna in Libia dopo un suo viaggio precedente con i foto giornalisti Tim Hetherington e Chris Hondros. Brown ricorda la sensazione a Misrata: “The city was like a shooting gallery that day”. Quel giorno un mortaio esplose e Tim Hetherington e Chris Hondros morirono mentre Brown rimase ferito.

Witness: Sudan 
La foto giornalista francese Veronique de Viguerie, affronta incinta un viaggio difficilissimo insieme agli Arrow Boys. Questa truppa improvvisata e coraggiosa di allevatori che per proteggere la propria gente combatte contro l’esercito di Kony’s Lord’s Resistence (LRA) che ha ucciso migliaia di persone in Sudan.

 

Le radio in diretta da Perugia

  • Radio Capital trasmetterà come sempre Lateral, la rassegna stampa obliqua con Luca Bottura, e per la seconda volta anche TgZero con Vittorio Zucconi e Edoardo Buffoni un programma a cura della redazione giornalistica di Radio Capital, che ci informa sui fatti del giorno, commentati a caldo dalla firma numero uno della radio.
  • Radio 24 sarà presente al Festival con Giuseppe Cruciani e il suo programma d’attualità La Zanzara nel corso del quale commenta con David Parenzo i fatti del giorno con politici, opinionisti e radioascoltatori. Inoltre con la trasmissione L’Altra Europa di Radio 24 Ore condotto da Federico Taddia. L’appuntamento settimanale in collaborazione con la rete Euranet ideato per respirare il clima europeo: un momento di condivisione con l’attualità, il costume, la cultura, le opportunità, le curiosità e le sfumature del “nuovo” continente.

 

Il programma aggiornato è sul sito www.festivaldelgiornalismo.com. Grazie alla sezione MyFestival è possibile costruire il programma personalizzato in base ai propri interessi: un’agenda degli eventi da seguire che si può spedire via mail, twittare, condividere su Facebook…

Approfondimenti

Sito ufficiale – www.journalismfestival.com
Mail – info@festivaldelgiornalismo.com
Twitter – @journalismfest / #ijf13
Facebook – International Journalism Festival

Pin It

Related Posts

Comments are closed.