Althea Amore e Sughi un Rebus

Rebus: Amore e sughi. Chiave (6,2,6)

by • 17 Dicembre 2012 • Advertising, FocusComments (0)1730

Sughi Althea, dieci secondi densi di significato.

Althea Amore e Sughi un Rebus

È sera, sono seduta sul divano e distrattamente butto un occhio alla tv. A un certo punto sbircio uno spot con due uomini che si baciano. Un bacio incredibilmente finto, ma mi rendo conto che di più non si poteva fare. E niente più di questo: ‘sti due che si baciano e poi compare il prodotto e il claim, “Althea, amore e sughi”. Domanda: eh?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=f7VLUj9Dta0[/youtube]

Mah, forse non ho visto bene. Passa qualche giorno, arriva un nuovo soggetto. Stavolta ci sono due donne che si baciano. Il loro bacio è decisamente più credibile di quello dei loro colleghi. E di nuovo, barattolo e poi “Althea, amore e sughi”. Finita lì. Osservazione: boh.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=yIiOB1HzzQ8[/youtube]

Continuo a pensare che c’è qualcosa che dovrei capire ma che non ho afferrato. Allora per curiosità cerco su internet qualche recensione, un commento. Trovo un articolo su Pubblicità Italia:

“Althea, storica azienda italiana di sughi pronti, per la prima volta comunica in tv con una campagna piccola e coraggiosa: 5 soggetti da 10” che proseguono il percorso, iniziato alcuni mesi fa e imperniato sul claim ‘Amore e sughi’, proponendo i sughi Althea come il frutto di un amore per la cucina autentico e incondizionato.”

Campagna piccola, ok. Ma coraggiosa? Il “coraggioso” sarebbe far vedere in tv, nel 2012, due persone dello stesso sesso che si baciano? Mi si potrebbe contestare che sì, brutta idiota, non si vede mai niente di simile e finalmente stiamo facendo vedere altre realtà. Se poi ci aggiungiamo che siamo anche nel paese più ultracattolico del mondo, con un tizio che appena ieri ha annunciato a tutti, senza vergogna, che i matrimoni tra gay sono una minaccia per la pace, non posso che alzare le mani.

Avete ragione voi, diciamo che la campagna è coraggiosa. Però l’articolo dice che i soggetti sono 5. Dopo uomo con uomo e donna con donna ho paura di scoprire altre e ben più inquietanti combinazioni… I miei timori sono fugati dalla scoperta degli altri tre soggetti: un ragazzo e una ragazza in campeggio, un uomo e una donna con cappottino rosso (che sia l’amante?) e una coppia di anziani, sempre chi si baciano.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=bes9klRCO_E[/youtube]

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_8Mld0mK0HY[/youtube]

Ora, io sarò di coccio, ma a prescindere dall’inclinazione sessuale di tutte queste coppie che si baciano, la mia domanda è, che c’entrano con i sughi? Ok, gli spot superano il cliché della famigliola felice papàcheleggeilgiornale-mammachecucina-figlisedutiatavola, che mangiano sempre comunque un sugo pronto o qualcosa di surgelato, per spostarci verso altri inediti scenari. E quindi?

Esaminiamo il claim: “Amore e sughi”. Posso interpretarlo come una descrizione sintetica di quello che effettivamente si vede nello spot. L’amore, ovvero le coppie che di volta in volta si baciano, e i sughi. Tra i due elementi non c’è nessun collegamento, nemmeno una lettera di giunzione come nei rebus. Non riesco a vedere questo amore “autentico e incondizionato” per la cucina. Mi pare chiaro che i protagonisti degli spot sono occupati in altre attività e non hanno nessuna voglia di mettersi a cucinare.

Forse il messaggio è “Althea è il sugo di chi si ama” a prescindere da età, sesso, condizione sociale? Oppure Althea è il sugo di tutti, non come i sughi Barilla che sono solo per le famiglie del mulino bianco? Oppure, oppure, oppure… Althea ha voluto usare un paio di soggetti, di quei cinque, solo per “fare rumore”? Naaa.

Mmm, comincio a sospettare che la chiave di questi spot sia che non c’è niente da capire.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.