Il sarto di Picasso: una storia, un libro

by • 12 Dicembre 2012 • Fotografia, Ispirazione, LibriComments (0)1562

Frugando nelle tasche della vita reale, puoi trovare storie che sembrano inventate. Incredibili, dal gusto poetico e il lieto fine. Come quella di Michele Sapone, abile sarto del secolo scorso, collezionista per caso di opere d’arte.

Originario del sud Italia, dopo la seconda Guerra decide di stabilirsi per un po’ in quel di Francia, a Nizza per la precisione. Voglia di cambiare aria e intraprendenza al timone.
Qui incontra, grazie a comuni conoscenze, i grandi maestri dell’arte. Primo fra tutti Pablo Picasso. Per lui confeziona vestiti e dispensa consigli di vita. Giornate spese fra misurazioni e risate.

Giorno dopo giorno il rapporto di lavoro lascia il posto all’amicizia, ad un legame sempre più intimo e familiare.
La manualità, la passione per l’artigianato e la creatività accomunano i due.
Il sarto o il pittore non fa differenza. In entrambi i mestieri si impiegano tecniche, si sfruttano saperi e ci si avvale di adeguati strumenti di lavoro.
La riconoscenza per un buon abito viene espressa da Picasso con il dono di quadri e disegni.
Opere che si accumulano nel tempo, acquistando valore e testimoniando la complicità intensa fra i due protagonisti della storia. Una raccolta cresciuta a dismisura, tanto da permettere l’apertura della Galleria Sapone di Nizza, oggi gestita da Aika, figlia di quel sarto di nome Michele.

Luca Masia ha raccontato questa favola in un libro: “Il sarto di Picasso”. Tutto da sfogliare!
Un estratto davvero piacevole lo si trova qui.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.