Concorso Fotografico o Spam? Il concorso Leica 24×36

by • 7 Ottobre 2011 • Fotografia, MarketingComments (7)1521

Da qualche settimana è online il concorso Leica X1 Talent,
un progetto che mira a scoprire i nuovi talenti della fotografia italiana24×36. 24 talenti per 36 fotografie.

Questo concorso ha creato molte discussioni online.
Vediamo di capire il perché.

Capiamo prima di tutto come funziona:

Hai una grande passione per le foto? Ti senti un talento con una macchina fotografica? Allora puoi partecipare al concorso. Scegli le tue tre foto migliori, pubblicale sul sito Leica e fatti votare più che puoi su Facebook ed aiutati a farlo con Twitter.

Come si verrà selezionati?

Come leggiamo dal regolamento

Una prima giuria, formata da delegati qualificati di Leica e Polyphoto selezionerà 2.400 partecipanti tra tutti quelli iscritti basandosi solo su un criterio qualitativo, e senza tener conto dei “like” di Faceboook.”

Già a questo primo step, uno si domanda: perché allora regalare Like e fare share online?  Perchè sei obbligato. Non sarà mica perché hanno bisogno di aumentare i Likers ed i Followers su Twitter? Questo viene in parte confermato quando si va a leggere nel dettaglio il progetto:

“ Il fotografo dovrà comunicare a tutti i propri amici la pubblicazione attraverso Facebook e Twitter.”

Continuiamo a leggere. Step 2:

“Una seconda giuria composta da cinque esponenti di rilievo del mondo della fotografia visionerà direttamente tutti i 2.400 profili e inizialmente sceglierà 240 partecipanti per l’ultima fase di selezione, basandosi solo su un criterio qualitativo e senza tener conto dei “like” di Facebook.”

Fase 2 – “24×36: One Came ra , One Lens , One Ci ty”: Successivamente la giuria rivedrà uno a uno i 240 profili e sceglierà 20 partecipanti, ancora una volta basandosi solo su un criterio qualitativo, e senza tener conto dei voti.

Ai venti partecipanti selezionati dalla giuria si aggiungeranno automaticamente i 4 partecipanti che avranno ricevuto più voti attraverso Facebook tra gli altri 220 non selezionati.

Ai 24 prescelti verrà consegnata in comodato gratuito una fotocamera Leica X1 completa di mirino ed impugna tura che dovrà essere riconsegnata a fine lavoro.

Ai 24 prescelti verrà chiesto di realizzare con la X1 un progetto fotografico sul tema “One camera, One lens, One city”.

Dal 21 novembre 2011, ciascun partecipante avrà l ‘obbligo di postare 3 foto ogni settimana per 12 settimane consecutive e nel mese di febbraio 2012 Polyphoto selezionerà i migliori lavori tra i ventiquattro realizzati.


Il Premio

Agli autori dei suddetti lavori verrà data l’opportunità di affiancare un fotografo professionista nella realizzazione di un progetto fotografico ed una selezione di foto potrà essere utilizzata per la realizzazione di una mostra o di eventi di comunicazione a livello italiano o internazionale.

Concorso Leica

Domande (!)

  • Potevate essere un po’ più generali?
  • Chi è il fotografo professionista al quale ci si affiancherà? Non si sa
  • Se si vince, si farà una mostra o si parteciperà ad un evento? Non mi sembrano la stessa cosa, no?
  • La mostra o l’evento, verrà organizzato a livello italiano o internazionale? Dite che è lo stesso?

Ricapitolando

La scelta dei 24 talenti avverrà attraverso diverse fasi successive e sarà operata da due differenti giurie. All’inzio saranno scelti 2400 profili. Poi ne varranno scelti 240. Da 240 si passerà a 20. 4 partecipanti verranno aggiunti ai 20 “di qualità“. Questi 4 saranno coloro che avranno ricevuto più voti attraverso Facebook tra gli altri 220 non selezionati. In questo modo si arriverà a 24 partecipanti. Alla fine della gara, si vince un premio non ben definito.

Alcune considerazioni

Un concorso interessante, ma piuttosto “aggressivo” sia dal punto di vista marketing che social.
A molti fa venire il dubbio che sia una campagna di marketing mascherata, solo per aumentare i propri followers ed i contatti sulla pagina FB.

Trovo particolari i punti 2 e 3 della prima fase di adesione del regolamento dove si obbliga il partecipante a seguire i profili aziendali.

Non trovo particolarmente piacevole obbligare un partecipante ad iscriversi (anche perchè questo si iscriverebbe comunque spontaneamente), pena esclusione, al canale Facebook o Twitter. Questo perché è l’utente che dovrebbe scegliere se seguire o meno il profilo e non il contrario.

Come ho scritto, l’idea del concorso non è male, perchè può dare una buona opportunità, a chi è appassionato di fotografia, di emergere o almeno di farsi notare. Però, a mio avviso, la campagna sarebbe dovuta esser strutturata in modo diverso.

Si vuole puntare sulla qualità? Perfetto.
Allora i canali social dovrebbero essere, non il primo elemento sul quale incentrare la comunicazione principale, ma un supporto alla comunicazione.
Dare un eccessivo risalto al fatto che i partecipanti devono condividere il più possibile le loro creazioni sui canali social e poi dire, alla fine, che nessun voto verrà preso in considerazione, se non dopo numerose scremature, mi sembra davvero un esempio di come utilizzare questi canali per fini puramente promozionali.

Un ulteriore problema che si è riscontrato è che, spinti da un senso di totale abnegazione al concorso, possono verificarsi delle forzature da parte dei partecipanti. Infatti qualche concorrente troppo zelante, rischia di commettere qualche “fallo tattico”, portando con se numerose critiche.
Un esempio lampante su Yahoo Answer. Una ragazza chiede di essere votata in modo un po’ maldestro, contravvenendo alla policy di pubblicazione del canale.

Le risponde giustamente un utente, Rodolfo 007, “Yahoo! Answers è un posto dove acquisire conoscenze, non clienti, page views o dati“.

Questo atteggiamento può comportare un ritorno di immagine negativo, non solo sul partecipante, ma anche sul concorso e sul brand in generale, snaturando completamente l’idea ed il fine ultimo dei canali Social. Quello cioè di interagire in maniera libera e far circolare in completa indipendenza le proprie idee ed i proprio progetti.

In definitiva, questo contest sembra campagna di marketing mimetizzata da concorso fotografico, sopratutto senza un premio ben definito.

Voi cosa ne pensate?

Pin It

Related Posts

7 Responses to Concorso Fotografico o Spam? Il concorso Leica 24×36

  1. alliegraywords ha detto:

    Un po’ come il concorso di EasyJet per trovare i sosia di William e Kate… ho spammato e rotto l’anima ai miei amici per un mese per farmi votare, per poi scoprire che era una giuria a scegliere i vincitori…

  2. antonia ha detto:

    per me è un subdolo meccanismo di raccolta followers puntando sulla diffusa passione per le foto (tutti ci sentiamo un po’ helmut newton?) ed un layout carino utile a distogliere l’attenzione delle regole di partecipazione.
    Io mi sono fermata ponendomi la domanda: ma poi le mie foto dove vanno a finire? chi le usa?
    ma sinceramente con il fiorire dei link su FB credo che ora sia evidente a tutti il meccanismo…

  3. Simmessa ha detto:

    Siamo in linea con la valutazione di questo concorso “buffonata”:

    http://rockfoto.it/2011/10/06/il-concorso-leica-dove-non-si-vince-niente/

    Grazie del post!

    S.

  4. alessandro ha detto:

    il senso dell’articolo mi lascia perplesso. posso condividere i dubbi sulla gestione del concorso, ma mi pare indubbio il successo dell’iniziativa.
    pur con delle regole fumose è riuscita a movimentare migliaia di utenti.
    senza un premio preciso Leica è riuscita a posizionarsi bene, verso un’utenza giovane che probabilmente, fino a ieri, non sapeva neanche cosa fosse Leica.
    E non dimentichiamoci che le ricompense immateriali (il numero di like ricevuti per il proprio lavoro di – sedicente – fotografo) sono importantissime.
    Giudicando da esterno, guardando solo i volumi mossi e la fascia di pubblico coinvolta, non posso che fare i complimenti a Leica e giudicare 24×36 una campagna di successo.
    “Don’t hate the player, hate the game!”

  5. Marilena ha detto:

    Tre parole per descrivere questo concorso: NOIA, SPAM e FATICA. Noia per l’ennesimo concorso user generate. Spam, perchè più i tuoi amici sono sfacciati e più ti bombardano di ricattatori “votami..” E fatica, perchè mi pare ovvio che per vincere qualcosa bisogna perdere veramente molto tempo dietro a tutte le varie fasi del concorso. Ma poi, che vincita..

  6. Paolo Comparin ha detto:

    Io partecipo perché sono veramente appassionato di fotografia e anche se il premio fosse un colpo sulla spalla dato da un barbone con il cappellino e maglietta Leica sono felice… La trovata marketing è a dir poco virale, genio chi ha prodotto questo concorso, perché lo scopo alla fine è promuovere una compatta da 2000€ che in qualche modo deve aprirsi la sua fetta di mercato. Che sia spam o spazzatura generale, penso che non lo sia. Dal momento che un utente decide di condividere e rompere ai suoi amici è lui che lo fa e non Leica.

  7. antonia ha detto:

    avrà pure mosso tanti utenti ma, a mio avviso, ricavandone solo un’immagine pessima.
    Io adesso se sento leica fuggo mille miglia, peggio della lebbra, e sarei reticente verso qualunque altra cosa facessero e non voglio manco sapè che fanno…..
    siamo certi che viralità sia sinonimo di marketing???