Altri 10 regali per rendere felice un comunicatore (ed. 2010)

by • 23 Dicembre 2010 • Focus, Risorse, StrumentiComments (0)1864

Ancora a fare regali?
Non avete ancora finito nonostante la nostra prima lista?

Eccovi  una seconda lista degli autori di Tiragraffi (inclusi quelli che si erono persi per strada).

A questo punto non avete più scuse.

 

1 – La FOWD Conference


Consigliato da Ciro Esposito
Volete fare un regalo speciale ad un giovane o anche non giovane web designer e non sapete come? La cosa è molto più semplice di quanto pensiate. Potete farlo comodamente da casa vostra, senza stress, file o corse dell’ultimo minuto. Potete farlo, ad esempio, anche il 24 sera dopo il cenone o il 25 mattina. Basta andare su questo sito e comprare un biglietto per la Conference dove tutti i web designer vorrebbe andare, la Future of Web Design. Meglio che sapete però che con questi pochi click avrete trasformato questo web designer nel vostro web designer del cuore. La prossima Conference è a Londra, a Maggio.

La FOWD (se poi nel bigliettino d’auguri chiamate la conference FOWD, il bigliettino potrebbe diventare un regalo nel regalo) è una conference che si tiene da qualche anno in giro per il mondo (New York, Miami, Londra), ed è cresciuta al punto di diventare uno degli eventi più attesi nel settore web.

I tipi di Carsonified, che organizzano l’evento, fin dalla sua nascita sono sempre riusciti a riunire tutte le rockstar del web design in circolazione.

Quest’anno ad esempio il vostro nuovo web designer del cuore potrebbe imbattersi tipo in Molly Holzschlag, Mike Kus, Elliot Jay Stocks, Jeffrey Veen e anche se magari questi nomi gli diranno poco sono sicuro che a Giugno vi starà ancora a ringranziando per il regalo.

Io sono un tipo che si accontenta, se per caso vi sbagliate e prendete il biglietto del Future of App Design, va bene lo stesso.

 

2 – Artista e designer

Consigliato da Valentina Cinelli
« Il sogno dell’artista è comunque quello di arrivare al Museo, mentre il sogno del designer è quello di arrivare ai mercati rionali. »
(Bruno Munari, 1971)

Con questa frase, Bruno Munari racchiudeva l’essenza della professione del comunicatore visivo, e la differenza fra questa e l’arte.
Artista e designer è un libro che non dovrebbe mancare nelle librerie di ogni * designer (graphic, interior, visual, web…), un libro che serve per capire in pieno il proprio ruolo, a rimanere con i piedi per terra ma aiuta a volare con la creatività.
E la cosa più stupefacente è che dopo 40 anni è ancora attuale.

 

3 – Tavoletta grafica

Consigliato da Maria Luisa Spera
La tavoletta grafica è uno strumento preferito da grafici, designer e illustratori che hanno bisogno di una maggiore precisione rispetto a quella che può offrire il mouse.
Il mercato ne offre una vasta scelta, ma quelle della Wacom (soprattutto la serie Bamboo) riscuotono sempre ampio successo…

 

4 – Accessori Demano

Consigliato da Valentina Cinelli
Demano è un brand nato nel 1999 che crea borse, porta computer, custodie per cellulari e accessori vari, riciclando manifesti culturali, icone di una città in continuo movimento come quella di Barcellona.
Tutti i prodotti sono creati dal PVC dei banner, confezionati a mano con cura con un design sempre al passo coi tempi. Ogni borsa o accessorio è un pezzo unico.
L’ideale per essere sempre cool con un occhio all’ambiente ;)

demano.net

 

5 – Evernote premium


Consigliato da Valentina Cinelli
A partire da dicembre, Evernote ha aumentato la capacità mensile di upload per tutti gli utenti, siano Free o Premium: da 40 MB a 60MB di nuove note al mese per i Free, e da 500MB a 1GB per i Premium.
Per chi non lo sapesse, Evernote è un sistema che permette di memorizzare appunti, testi, video e quant’altro, e di rendere il tutto disponibile su varie piattaforme e device. Utile, anzi quasi indispensabile, per chi è sempre in giro o si sposta da un computer all’anno.

Regalate l’Account Premium costa solo 45$ l’anno, e se si passa entro l’11 gennaio si possono invitare gli amici e i primi dieci amici che creeranno un account cliccando sul link dell’email-invito potranno avere Evernote Premium gratuitamente per un mese.

 

6 – Decorazione per le pareti dell’ufficio


Consigliato da Valentina Cinelli
“Le 7 regole d’oro per capire il design e i designer “ dovrebbero essere stampate e regalate a ogni cliente, tipo ibretto di istruzioni: non per “imbonirlo” o spaventarlo, ma giusto per metterlo nello stato d’animo adatto per capire e interpretare al meglio il lavoro che gli viene presentato davanti agli occhi.

La geniale idea di trasformarle adesivo vinile per pareti è della Harmonie-intérieure, di Frédérique e Fabien Barral, una coppia che ama la decorazione d’interni e la tipografia, unendo le due arti con ottimi risultati.

Immancabile in ogni ufficio creativo che si rispetti.

 

7 – Pantone

pantonerainbow
Consigliato da Margherita Facca
Quanti di noi sognano di possedere una mazzetta di colori Pantone per trovare il giusto valore alle cose che ci circondano? Io di sicuro. Pantone mette in vendita un pratico kit di mazzette che ti permetteranno di passare le ore alla ricerca del pantone corrispondente alla tua tintura di capelli.
Se invece hai fretta vende anche il kit portatile con lo spettrocolorimetro allegato (il Pantone Color Cue2.1 è acquistabile anche da solo).

Unica pecca? La gamma CMYK è contenuta solo nelle mazzette, la spettrocolorimetro non lo riconosco, ma se proprio non se ne può fare a meno Pantone ci viene incontro con CAPSURE.

[se non avete idee personalmente mi accontento anche di una sola mazzetta :)]

 

8 – Retrofonts


Consigliato da Ciro Esposito
L’esaustivo e voluminoso FontBook di FontFont che citava Margherita nell’altra lista di sicuro renderebbe felice il designer che avete in famiglia, ma se i designer sono più di uno e pure lui/lei è un typonerd? Segnatevi Retrofonts di Gregor Stawinksi. Io l’ho sfogliato poco tempo fa, e da allora non faccio che pensare a lui.

In un solo libro 150 di storia tipografica. I 400 caratteri citati sono ordinati cronologicamente (dal 1830 fino ai giorni nostri) in otto sezioni, rappresentanti le diverse epoche stilistiche, dall’Art Decò al Bauhaus allo Stile Svizzero degli anni Sessanta alla Disco e al Punk con numerosi esempi della loro applicazione in progetti grafici dell’epoca.

Retrofonts non è solo libro, è anche un CD con 222 font liberi da copyright.

Il libro è disponibile su Amazon.it solo in versione tedesca, oppure su Amazon.com in inglese.

 

9 – ABC3D

ABC3DConsigliato da Valentina Cinelli
Mi è sempre piaciuto giocare con la carta, e con i lavori in cartotecnica; agli inizi ho fatto anche parecchi lavori di packaging (anche se non mi occupavo personalmente dello studio degli imballi ma solo della vestizione grafica).
Ho sempre amato anche il lettering, giocare con le lettere ed i caratteri tipografici: sfruttare le loro forme per creare nuove ed accativanti segni grafici, o semplicemente studiare la cura con cui ogni singolo carattere di ogni singola famiglia di caratteri è stato studiato…

Il libro ABC3D è la sintesi di tutto questo: un libro favoloso, inizialmente creato per bambini e adolescenti, ma sicuramente un cult per tutti gli appassionati del settore :)
Acquistabile on line, ma anche nelle librerie specializzate (io l’ho trovato alla libreria del Museo dell’Ara Pacis in Roma).

ABC3D by Marion Bataille – abc3dbook.com

 

10 – dite la vostra

E il 10° suggerimento qual è?
Dite la vostra… cosa vorreste ricevere? e cosa regalare?
Tanto c’è ancora tempo per la Befana ;)

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *