Infografica, cosa e perché

by • 3 Settembre 2010 • DesignComments (8)1179

011E’ da poco che ho inaugurato la sezione dedicata alle infografiche che subito leggo interessanti discussioni su alcuni blog.

Grazie al post di Paolo RattoInfografica: che cosa è e perchè è così utilizzata? vengo a conoscenza di alcuni studi tratti da BuzzStudy in cui si è evidenziato l’aumento di traffico nei post in cui vengono utilizzate infografiche, e quindi il successo che questo tipo di comunicazione riesce a ottenere.

Tramite la provocazione di Fabio Lalli, concretizzata nel post “Infografiche, tra moda e utilità” in risposta al precedente, l’autore dice che:

trovo completamente inutile chi condivide dati aggregati e informazioni senza dirci cosa ne pensa e perchè, ma solo per il gusto di fare un pò di traffico e perchè no, fare attività di marketing per il proprio (personal) brand. Dopotutto, se ho bisogno di un quadro da commentare, magari me ne vado al museo, no?

In parte sono d’accordo e in parte no.
L’infografica si occupa principalmente dell’organizzazione e della rappresentazione di dati e informazioni in forma grafica. L’utilizzo della grafica ha sempre avuto, in qualsiasi campo, la funzione di aiutare la lettura, di accompagnare il fruitore verso la piena comprensione del messaggio. Ovvio quindi che i graphic designer si siano sbizzarriti con la realizzazione di schemi accattivanti e molto spesso divertenti.

In teoria una infografica dovrebbe bastare a sè stessa. Ma per alcuni ha bisogno di ulteriori commenti.
Un po’ come (paragone azzardatissimo) per un opera d’arte, per la quale ci sono appassionati che la ammirano e la interpretano, mentre per altri c’è la necessità che qualcuno la commenti per loro.
Anzi, a rifletterci il paragone con un manufatto artistico non è neanche così azzardato, dato che hanno istituito anche dei premi per le migliori infografiche (e ovviamente le più creative).

[ad#468×60-bianco]

Di seguito un approfondimento a cura di Margherita Facca (aka Margotta) su questo affascinante mondo.

approfondimenti

Ogni anno la SND-E (Society of News Design, sezione Spagna) dedica alle infografiche il premio internazionale Malofiej (intitolato al designer argentino Alejandro Malofiej, pioniero dell’infografica moderna). Questo premio, nato nel 1993, viene considerato un vero e proprio Premio Pulitzer dell’infografica.
snd-e.com/malofiej/premios/2010
malofiej.blogspot.com

Creare un’infografica non è però semplice come si possa immaginare. L’organizzazione e la rappresentazione di dati e informazioni in forma grafica sta diventando sempre più una tecnica che viene, purtroppo, spesso abusata. Un buon artefatto di infodesign dovrebbe privilegiare la funzionalità all’estetica, pur trovando il miglior compromesso tra i due aspetti.

Se ci si vuole cimentare nella creazione di infografiche è bene avere delle basi e dei buoni esempi da cui partire. Tra i migliori siti/blog che si occupano della teoria e dello studio applicato dell’infografica vi sono i seguenti:
informationisbeautiful.net
flowingdata.com
infosthetics.com
blog.blprnt.com
fathom.info
visualcomplexity.com
datavisualization.ch

Una menzione d’onore va al sito di Density Design (densitydesign.org). Nato come esame laboratorio dell’ultimo anno della Laurea Magistrale in Communication Design al Politecnico di Milano, si è poi evoluto in un gruppo di ricerca.
Usando la complessità come chiave per decifrare la realtà e usandola insieme a una continua ricerca per l’estetica e la rappresentazione delle informazioni, DensityDesign esplora le relazioni che intercorrono tra il design della comunicazione, la visualizzazione delle informazioni e i sistemi complessi.
All’interno di DensityDesign vengono analizzate le migliori infografiche in circolazione e vengo spesso esposti i lavori degli studenti del corso finale.

A livello italiano, se si vuole avere un esempio di ottime infografiche applicate, è da menzionare IL, il supplemento mensile maschile de IlSole24Ore, le cui infografiche, realizzaze dall’art director Francesco Franchi, sono state premiate anche recentemente in occasione del Premio Malofiej. Le infografiche realizzate per IL sono visualizzabili nel Flickr di Francesco Franchi.

Altri link interessanti
1810.tv – Un’infografica animata per il bicentenario dell’Argentina
infografistas.blogspot.com
onlinemba.com
coolinfographics.com
freelancereview.net/100-seriously-creative-infographics/
sixrevisions.com/graphics-design/40-useful-and-creative-infographics/

[ad#468×60-bianco]

Pin It

Related Posts

8 Responses to Infografica, cosa e perché

  1. lamarghe ha detto:

    il mio primo semipost. emozione *_*

    This comment was originally posted on FriendFeed

  2. bastet ha detto:

    clap! clap! clap! clap! clap! clap! :)

    This comment was originally posted on FriendFeed

  3. Jul_x ha detto:

    grazie per la citazione e per l’approfondimento "artistico"…

    This comment was originally posted on FriendFeed

  4. Fabio Lalli ha detto:

    Grazie per la citazione. A proposito di infografiche, ti segnalo quella che ho fatto per il mio compleanno ;) http://www.fabiolalli.com/2010/09/04/my-birthday-

  5. cirox ha detto:

    aggiungo ai link un altro padre dell’infografica (ma come definizione meglio infografica o infodesign?): Edward Tufte: http://en.wikipedia.org/wiki/Edward_Tuftehttp://www.edwardtufte.com/tufte/

    This comment was originally posted on FriendFeed

  6. bastet ha detto:

    già vista e molto apprezzata ;)