Twitchhiking, l’uso creativo di Twitter

by • 4 Agosto 2010 • Progetti, Social e dintorniComments (10)1499

Paul SmithIl giro del mondo in 30 giorni, gratuitamente, con Twitter.
Sembra assurdo, ma è questo l’esperimento che il britannico Paul Smith ha portato avanti per un mese con successo, partendo dalla Gran Bretagna e come destinazione finale la Nuova Zelanda. Il tutto grazie agli aiuti ricevuti dai suoi followers, e in parte anche alla notorietà che questa singolare impresa gli ha donato.

Ripercorriamo insieme le tappe di questa incredibile avventura.
Who – Paul, inglese 34enne, nel 2009 partorisce questa incredibile idea.
Where – La destinazione del suo viaggio viene stabilito attraverso Google Maps nel punto più lontano casa sua: l’isola Campbell, al largo della Nuova Zelanda.
When – La partenza ufficiale a marzo del 2010 con 30 giorni di tempo per raggiungere la destinazione.
How – Attraverso 5 regole indiscutibili

1 ] Paul può soltanto accettare donazioni via Twitter, da parte di chi è nella sua lista di follower.
2 ] Vietata ogni pianificazione che vada oltre i tre giorni: le destinazioni vengono scelte sulla base delle offerte ricevute sul sito di microblogging.
3 ] Paul è autorizzato a spendere soldi soltanto per cibo e bibite e per qualsiasi cosa possa trovare posto nella valigia: il resto deve necessariamente arrivare da Twitter.
4 ] Di fronte ad un’offerta, il twitchhiker avrà 48 ore di tempo per decidere se accettarla o meno.
5 ] Se dovesse rimanere fermo più di 48 ore nello stesso posto, la sfida si dovrà ritenere fallita, e Paul dovrà fare ritorno a casa.
[ fonte repubblica.it ]

Twitchhiker: How One Man Travelled the World by Twitter Per rendere il tutto ancora più stimolante, si prefigge di raccogliere fondi per la “Charity: Water“, un’associazione il cui obiettivo è quello di portare acqua potabile nei Paesi in via di sviluppo, riuscendo dare in beneficenza, alla fine della sua avventura, la cifra di 6.000 sterline.

[ Spoiler Aler ]

Com’è andata a finire?

Che Paul, per un soffio non è riuscito a raggiungere l’Isola Campbell (erano scaduti i 30 giorni); che non ha avuto nessuna esperienza negativa, anzi è stato anche invitato a un’esclusiva festa di Hollywood; che ha potuto contare sulla solidarietà di moltissime persone; alla fine ha riportato tutte le sue esperienze in un libro Twitchhiker: How One Man Travelled the World by Twitter e ha aperto un sito dove dove dispensa consigli di viaggio.

Ecco l’ennesimo uso originale e creativo di Twitter, con un lieto fine ;)

Approfondimenti

[ fonte ] Il giro del mondo gratis. La sfida di Paul su Twitter – repubblica.it
Paul Smith’s Travel Tales – twitchhiker.wordpress.com
Twitchhiker, il sito – twitchhiker.com
Twitchhiker, il libro – amazon.co.uk

Pin It

Related Posts

10 Responses to Twitchhiking, l’uso creativo di Twitter

  1. Seo_Profit ha detto:

    #Twitchhiking, l’uso creativo di #Twitter http://goo.gl/fb/Ade5S #culturadigitale #paulsmith http://goo.gl/fb/Q4DLL

    This comment was originally posted on Twitter

  2. OniceDesign ha detto:

    #Twitchhiking, l’uso creativo di #Twitter http://goo.gl/fb/Ade5S #culturadigitale #paulsmith (via @tiragraffi)

    This comment was originally posted on Twitter

  3. bastet ha detto:

    guarda, ci sto pensando anche io dato che anche quest’anno non andrò in ferie per mancanza di liquidità… @catepol se uniamo le forze magari riusciamo anche a farci sponsorizzare!!! (e diventiamo sindaci di mezza europa) ;)))

    This comment was originally posted on FriendFeed

  4. the_idea_agency ha detto:

    tiragraffi: Twitchhiking, l’uso creativo di Twitter ~ Il giro del mondo in 30 giorni, gratuitamente, con Twit… http://bit.ly/bbM1Q5 #idea

    This comment was originally posted on Twitter

  5. catepol ha detto:

    @bastet guarda che ci sto! :) cioè secondo me è anche fattibile, se riesce anche la sponsorizzazione poi… :) ok chi ci manda in giro a fare Twitchhiking???? :D

    This comment was originally posted on FriendFeed

  6. bastet ha detto:

    – brainstorming in progress –

    This comment was originally posted on FriendFeed

  7. rmozzillo ha detto:

    Twitchhiking, l’uso creativo di Twitter http://bit.ly/bt8SOR

    This comment was originally posted on Twitter

  8. valentina cinelli ha detto:

    Prendendo spunto dall’avventura di Paul Smith e dopo un breve brainstorming con Catepol, mi è venuto in mente un modo per sfruttare e mettere nuovamente a regime: il blog, la brand reputation, la mia voglia di fotografare e tutti social network annessi e connessi :)

    continua qui

  9. SitiWebItalia ha detto:

    Twitchhiking, l’uso creativo di Twitter ~ Tiragraffi http://t.co/9pw1Wu1 via @tiragraffi

    This comment was originally posted on Twitter