Rifiuto Con Affetto

by • 13 Luglio 2010 • ProgettiComments (0)1069

Oltre al mondo dell’imprenditoria al femminile, durante la scorsa Girl Geek Dinner Romana dell’11 giugno 2010 (GGDRoma5), abbiamo avuto modo di scoprire alcune case history interessanti di donne che si sono cimentate anche in progetti artistici.

Maddalena Vantaggi, intervenuta in qualità di speaker alla serata, insieme con le sue colleghe Roberta Bruzzechesse e Maria Zanchi, sono le fondatrici di Publink, un gruppo artistico con l’obiettivo di indagare le potenzialità del linguaggio dell’arte, esplorando i limiti tra lo spazio pubblico e privato, tra collettività e individuo, nel quotidiano.
Publink propone strategie di azione capaci di formulare nuove possibili letture dello spazio pubblico, attraverso progetti studiati per cintesti specifici, urbani ed extraurbani, utilizzando il linguaggio delle arti visive, della grafica e del design.

Rifiuto Con Affetto

logo_RCARestituire agli oggetti che non usiamo più una nuova vita, anziché buttarli: questa è la filosofia, trasformata in campagna sociale da alcuni comuni italiani, di “Rifiuto con affetto“, il progetto di Publink presentato durante la serata.

Rifiuto Con Affetto stimola una riflessione sullo spreco e sul gesto quotidiano del “gettare nella spazzatura”, mette in evidenza l’importanza di un “rifiuto” critico e consapevole. Infatti se qualcuno rifiuta con affetto un oggetto, qualcun altro se ne può riaffezionare. Ciò che è inutile per una persona diventa utile per un’altra.

L’originalità dell’iniziativa è anche il modo in cui è stata realizzata: Rifiuto Con Affetto utilizza un cassonetto speciale, con un design pratico e giocoso, provvisto di ante trasparenti dove è possibile lasciare cose dismesse ma ancora utilizzabili.
Il cassonetto diventa così vetrina, una sorta di esposizione del suo contenuto, che permette agli oggetti di essere scelti e essere prelevati, per passare, a loro volta in altre mani, in una sorta di scambio continuo tale da restituire loro nuova vita con un nuovo proprietario.

 

rca_hp_ravenna

 

Molto interessante, a mio parere questo progetto, sotto diversi aspetti.

Grandissima l’interazione fra l’ambiente urbano e le istituzioni locali, l’opera (il cassonetto e il suo messaggio di ecosostenibilità) e il cittadino, il quale, nel momento in cui fruisce del servizio, diviene egli stesso atto creativo e attore responsabile di una possibile trasformazione sociale.

Un nuovo modo di veicolare un messaggio artistico attraverso l’uso sociale, oppure il messaggio sociale mascherato da performance artistica?

 

 

Approfondimenti

Rifiuto Con Affetto – www.rifiutoconaffetto.it

Oltre a Rifiuto Con Affetto, Publink ha realizzato: “Free sitting in Piazza San Marco” in cui ci si interroga sul divieto di sostare nelle piazze, come appunto quella di San Marco a Venezia (in allegato ulteriore materiale) e “Rifiuti adottati” il cui risultato è visibile nel blog www.rifiutiadottati.blogspot.com.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.