Racconti dal Roma Fiction Fest 2010

by • 19 Luglio 2010 • IspirazioneComments (0)890

RomaFictionFest1Sabato 10 luglio si è conclusa la quarta edizione del Roma Fiction Fest tra mille problemi di disorganizzazione e i continui disguidi che hanno reso ogni giorno di questa rassegna, nata già vecchia e stantia, sempre meno piacevole. Scrivo tutte queste considerazioni pur avendo messo da parte ormai l’acredine nei confronti di uno staff nervoso, ansioso e restio a comunicare risposte e indicazioni perché evidentemente mal coordinato nella totale incapacità di gestire gli spazi.
Anche la proposta artistica a cui ho potuto accedere è stata abbastanza scarsa.

tremeTra le novità che meritano una segnalazione c’è Treme, racconto crudo e realistico del destino comune di chi ha deciso di resistere nella New Orleans del dopo Katrina, e il mockumentary La La Land i cui protagonisti, interpretati dallo stesso attore, nonchè creatore della serie, Marc Wottom, sono tre detestabili e spiacevoli wannabe famous che coinvolgono i malcapitati in un circo dell’assurdo ai limiti della pazienza umana.
SPIRITEDL’Australia ci ha invece regalato Spirited (che ha vinto il riconoscimento per la migliore sceneggiatura) la storia di una bizzarra convivenza tra una dentista di successo e il fantasma di una delle più grandi rock star inglesi degli anni ’80!

Infine credo sia importante segnalare il progetto documentaristico Giallo a Milano uno sguardo schietto del regista italiano Sergio Basso che restituisce la complessità di un universo enigmatico e dalle mille sfaccettature non solo attraverso il racconto filmico, ma anche tramite l’integrazione della drammaturgia innovativa di una piattaforma crossmediale ospitata dal Corriere della Sera.

Giallo a MilanoLe diverse cerimonie che hanno festeggiato i protagonisti delle fiction italiane hanno incorniciato l’evento che ha visto i vincitori del primo concorso Premio Solinas – SACT: PILOTI PER SERIE TV.

Il 22 giugno l’annuncio dei 6 finalisti ha suscitato alcune polemiche attorno all’organizzazione di questa prima edizione che ha visto partecipare anche sceneggiatori professionisti e un autore soggetto a legami di parentela con una giurata.

premiosolinaspilotiIl primo Premio di 12.000 euro per la migliore sceneggiatura è andato ex-aequo a SECOLO di Nicholas Valerio (Salinoch) e MILANO DA BERE di Filippo Bologna, Tommaso CapolicchioAndrea Garello e Marcello Olivieri.

DOPO LA PIOGGIA di Nello Calabrò ha invece ottenuto una menzione speciale di 3.000 euro.

Mi auguro che questi progetti possano rappresentare, al di là di polemiche e di un sistema tutto da riorganizzare,  l’inizio di una svolta verso la qualità e l’innovazione di cui le nostre serie tv hanno tanto bisogno, non solo per essere concorrenziali sul mercato internazionale, ma anche per restituire quella dignità artistica e creativa nella produzione degli audiovisivi che l’Italia sta perdendo soffocata da assurde logiche di mercato e dall’involuzione culturale di cui siamo vittime da troppo tempo ormai.

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *