Nino Migliori a Roma

by • 9 luglio 2010 • Fotografia, IspirazioneComments (0)1633

Nino Migliori, da Gente dell'Emilia 1955 Approda la fotografia di Nino Migliori a Roma. Ben due gli spazi riservati nella capitale al fotografo: a cura di Roberto Maggiori, l’appuntamento è al Salone Centrale del Complesso del Vittoriano, col titolo “Il passato è un mosaico da incontrare” ovvero gli scatti del periodo “neorealista” che vanno dal 1950 al 1959.
Presso la Galleria One Piece Art invece i “Paperwalls” a cura di Carlo Madesani, ovvero, i “Muri” che il fotografo ha realizzato dagli anni ’50 agli anni ’70 del novecento.

La fotografia di Nino Migliori è una fotografia che riflette se stessa nel suo statuto più profondo. Orma della realtà, la fotografia procede per frammenti di vita, e attraverso gli scatti riusciamo a cogliere il “reale” che ci circonda.

Solo attraverso l’occhio del fotografo spesso riusciamo a vedere momenti che altrimenti sfuggirebbero al fluire della nostra vita: Nino Migliori racconta l’Italia del dopoguerra. E lo fa al utilizzando la visione/poetica del Neorealismo, senza giudizio esplicito, registrando momenti che possano illustrare gli affanni di un popolo che alterna la forza di ricostruire ai momenti personali di una vita quotidiana che non esiste più, se non, appunto, nei suoi scatti.

Da un discorso generale e quindi legato alle immagini “corali” passa al dettaglio: i “Muri” che registra per vent’anni non sono altro che frammenti di un pensiero che chi è passato davanti a quella “tela bianca” ha sentito il bisogno di registrare, di far urlare le parole per chi si prende la briga di leggerli.

Nino Migliori è tra i pochi fotografi che hanno lavorato e contemporaneamente giocato con la fotografia, in ogni suo momento o aspetto: dallo scatto “puro” ai giochi in camera oscura, attingendo a quel passato vicino della storia della fotografia: dalle immagini ottenute coi procedimenti antichi (foro stenopeico, fotografia a contatto eccetera) alle sovrapposizioni di Laszlo Moholi-Nagy alla poetica surrealista del frammento. Fra i “Migliori” esempi che chi si avvicina alla fotografia dovrebbe avere sempre davanti.

“Il passato è un mosaico da incontrare”

dall’8 luglio al 5 settembre 2010
Roma, Complesso del Vittoriano , Salone Centrale, Via San Pietro in Carcere
Orario: tutti i giorni 9.30 -19.30, ingresso libero

“Paperwalls”

dall’8 luglio al 25 settembre 2010
Roma, Galleria One Piece Art, Via Margutta 85
Orario: orario: lun/ven 16.00-20.00, sabato su appuntamento, ingresso libero

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *